menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matrimonio: tutti i documenti per sposarsi

Tutte le informazioni sul matrimonio, sulle pubblicazioni e l'atto di matrimonio

Di cosa si tratta?

La celebrazione può avvenire in qualsiasi comune italiano. Nel caso di matrimonio religioso gli interessati provvederanno, trascorsi i termini di legge, al ritiro del nulla-osta alla celebrazione, da consegnare al Ministro di culto cattolico o di altro culto ammesso; nel caso di matrimonio civile, gli interessati trascorsi i termini di legge, ritireranno apposita comunicazione che dovrà essere presentata al momento della prenotazione del matrimonio.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

1) Aver compiuto il 18° anno d'età per entrambi; tale età può essere abbassata a 16 anni con decreto del Tribunale dei Minori a condizione che il giudice abbia accertato la maturità psichica del minore e che incorrano gravi motivi.

2) La sanità mentale per cui l'interdetto per infermità di mente non può contrarre matrimonio.

3) La libertà di "status" cioè la mancanza di un vincolo derivante da un precedente matrimonio che abbia effetti civili.

4) L'inesistenza di rapporti di parentela o affinità , affiliazione o adozione tra gli sposi.

5) Il matrimonio è vietato tra, chi è stato condannato per omicidio consumato o tentato, ed il coniuge della persona offesa dal delitto stesso.

La donna deve attendere almeno 300 giorni dallo scioglimento o l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio. Non dovrà attendere tale termine se:
- il matrimonio sia stato dichiarato nullo per impotenza di uno dei coniugi,
- quando il matrimonio non è stato consumato

A chi va presentata la documentazione?

Per gli sposi residenti in Italia
Gli sposi devono prendere appuntamento presentandosi al banco informazioni del DUC (sede comunale) o contattare il numero telefonico 0521 - 031878 per fissare la data.

Per gli sposi non residenti in Italia
Gli sposi non devono prendere appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, ma è sufficiente presentarsi con la documentazione necessaria, durante l'apertura dell'ufficio.

L'Ufficio di Stato Civile è aperto al pubblico tutte le mattine, compreso il sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; il mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30.

Struttura responsabile comune

Struttura: SETTORE CONTROLLI
Referente: CALZOLARI ANGELA
Responsabile del procedimento comune

Referente: TURCI ELENA

VERBALE DI PUBBLICAZIONE DEL MATRIMONIO

La pubblicazione di matrimonio consiste nell'affissione in uno spazio apposito presso la porta della casa comunale di un atto contenente le generalità dei futuri sposi. Viene fatta a cura dell'Ufficiale dello Stato Civile ed ha la funzione di rendere noto il proposito di contrarre nozze per mettere in grado gli interessati di fare le eventuali opposizioni.

E' inoltre il procedimento con il quale l'Ufficiale dello Stato Civile accerta l'insussistenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio.
La pubblicazione deve essere richiesta da entrambi gli sposi o da persona che ne ha avuto l'incarico munita di procura speciale, all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di uno di essi ove verranno rese le dichiarazioni prescritte e firmato l'apposito verbale. In base all'Ordinamento di Stato Civile, per le pubblicazioni non occorrono più i testimoni, ma solo la presenza dei futuri sposi.

La richiesta è necessaria anche in caso di matrimonio religioso valido agli effetti civili. Accertata l'inesistenza degli impedimenti mediante l'acquisizione d'ufficio della documentazione necessaria presso i comuni di nascita e di residenza, l'Ufficiale dello Stato Civile provvede all'affissione chiedendone esecuzione anche al comune di residenza dell'altro sposo se diverso da Parma.

Le pubblicazioni devono rimanere esposte nei comuni di residenza per almeno otto giorni interi e consecutivi e, trascorsi i tre giorni successivi senza che sia stata fatta alcuna opposizione l'ufficiale dello Stato Civile può procedere alla celebrazione del matrimonio o rilasciare il nulla osta al Parroco o ad altro ministro di culto.

Se entrambi gli sposi sono stranieri e non sono residenti in Italia, non occorrono le pubblicazioni di matrimonio; pertanto entrambi gli sposi devono presentarsi all'Ufficiale di Stato Civile, per la consegna dei documenti necessari sulla base dei quali verrà rilasciata una comunicazione da consegnare all'Ufficiale dello Stato Civile al momento della prenotazione del matrimonio, in caso di celebrazione con rito civile.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Sulla base di quanto previsto dalla legge n. 94/2009, il cittadino straniero, al momento delle pubblicazioni, deve presentare all'Ufficio di Stato Civile la documentazione che dimostri la regolarità del soggiorno in Italia.  

Qual è la documentazione necessaria?

    * 1 ) Nulla-osta rilasciato dalla competente autorità del Paese d'origine o altro documento necessario in questo caso [per straniero che intende sposarsi in Italia]
    * 2 ) Capacità matrimoniale rilasciato dal Comune estero di residenza [per straniero che intende sposarsi in Italia]
    * 3 ) Estratto di nascita su modello internazionale [per straniero che intende sposarsi in Italia]
    * 4 ) Autorizzazione del Tribunale [per la donna divorziata o vedova da meno di 300 giorni]
    * 5 ) Documento valido di identità personale
    * 6 ) Codice fiscale [per gli sposi residenti in Italia e per stranieri residenti]

Qual è la tempistica del procedimento?

Il certificato di eseguite pubblicazioni o il nullaosta al matrimonio religioso valido agli effetti civili può essere rilasciato a partire dal quarto giorno successivo all'avvenuta esposizione dell'atto di pubblicazione (l'esposizione deve durare almeno 8 giorni consecutivi).

A chi va presentata la richiesta?

Per gli sposi residenti in Italia
Gli sposi devono prendere appuntamento presentandosi al banco informazioni del DUC (sede comunale) o contattare il numero telefonico 0521 - 031878 per fissare la data.

Per gli sposi non residenti in Italia
Gli sposi non devono prendere appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, ma è sufficiente presentarsi con la documentazione necessaria, durante l'apertura dell'ufficio.

L'Ufficio di Stato Civile è aperto al pubblico tutte le mattine, compreso il sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; il mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30.

ATTO DI MATRIMONIO

L'atto di matrimonio viene redatto: se celebrato con rito civile, al momento della celebrazione; se celebrato con rito concordatario o altri Culti ammessi dallo Stato, viene trascritto dall'Ufficiale di Stato Civile in seguito alla trasmissione degli atti da parte del Ministro di Culto Cattolico o di altro Culto che lo ha celebrato (entro 5 giorni).
Dall'atto di matrimonio è possibile ricavare i certificati, gli estratti e le copie integrali. Inoltre a richiesta viene rilasciato il libretto internazionale di famiglia.
Gli sposi potranno ottenere il rilascio del libretto internazionale di famiglia richiedendolo all'ufficiale di Stato Civile, anche successivamente al matrimonio. Nel libretto sono riportate le dichiarazioni originarie e le ulteriori annotazioni degli atti di stato civile che riguardano gli sposi, la nascita dei loro figli nonchè il decesso degli sposi e dei loro figli.
L'atto di matrimonio per il rito civile, viene registrato nel Comune ove è stato celebrato e trascritto nel Comune di residenza degli sposi, per il rito religioso viene registrato presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune nel cui territorio è situata la Chiesa e nel Comune di residenza degli sposi diverso da quello di celebrazione.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Sulla base di quanto previsto dalla legge n. 94/2009, al momento della celebrazione del matrimonio il cittadino straniero deve presentare la documentazione che attesti la regolarità del soggiorno in Italia.
Qual è la tempistica del procedimento?

Trascorsi i tre giorni successivi alla pubblicazione di cui all'articolo 99 del codice civile senza che sia stata fatta alcuna opposizione, l'ufficiale dello stato civile può procedere alla celebrazione del matrimonio. Il matrimonio deve essere celebrato entro i 180 giorni successivi alla pubblicazione.

A chi va presentata la richiesta?

Per gli sposi residenti in Italia
Gli sposi devono prendere appuntamento presentandosi al banco informazioni del DUC (sede comunale) o contattare il numero telefonico 0521 - 031878 per fissare la data.

Per gli sposi non residenti in Italia
Gli sposi non devono prendere appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, ma è sufficiente presentarsi con la documentazione necessaria, durante l'apertura dell'ufficio.

L'Ufficio di Stato Civile è aperto al pubblico tutte le mattine, compreso il sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.30; il mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento