rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
ParmaToday

in tre, a predappio, griffati collecchio corse

Pregheffi ed i fratelli Lanzi torneranno in lizza, nel weekend, per la Coppa Romagna Slalom, decisi a chiudere in bellezza in vista del giro di boa stagionale.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Tutto è pronto per riaccendere i motori della Coppa Romagna Slalom, un serie che ha già regalato grosse soddisfazioni a Collecchio Corse lo scorso anno. Saranno in tre a contendersi, Domenica prossima, lo Slalom Predappio - Rocca delle Caminate, una classica tra le porte dove ritroveremo al via un agguerrito Milo Pregheffi, sempre affiancato dall'inseparabile Anita Lamberti Zanardi sulla Subaru Impreza preparata da Soretti. Un rinnovato testa a testa quello che ingaggeranno il pilota di Felino ed il suo diretto antagonista Billi, in una classe Rally C che li vede separati da dieci lunghezze e con il portacolori della scuderia parmense in piena scia al leader mentre il resto della concorrenza incassa già un pesante ritardo, già venticinque i punti da recuperare per il terzo ed il quarto. “I problemi che ci hanno fatto preoccupare in precedenza” – racconta Pregheffi – “non erano poi così gravi. Pensavamo di avere noie serie al differenziale e, fortunatamente, si è trattato soltanto di un paraolio mentre il rumore che sentivamo era un sasso incastrato in una pinza freno. Niente di grave, tutto risolvibile. Abbiamo già corso qui, lo scorso anno, con la Citroen C2 R2. La classe dovrebbe essere più affollata del solito, si parla anche di una Skoda Fabia R5 al via. Il tracciato è pieno di tornanti, ideale per le trazioni integrali. Cercheremo di battere Billi.” Predappio in rincorsa per il campione in carica Alessandro Lanzi, in gara con la pluridecorata Renault Clio 2.0 16 valvole gruppo A e l'immancabile Luisa Ruiu sul sedile di destra. Il pilota di Toano, assente giustificato a Tredozio, sarà obbligato a puntare al successo per non perdere il treno di testa, ora a meno dieci dalla vetta in Rally B, e giocarsi uno storico bis. “A Tredozio non ci siamo potuti presentare per problemi tecnici” – racconta Alessandro Lanzi – “quindi saremo costretti a partire all'attacco, sin dal primo metro, per cercare di ottenere la vittoria. Siamo i campioni in carica ed il nostro obiettivo è quello di tornare ad esserlo nel 2022.” Sorte condivisa anche dal fratello Cristian Lanzi, davanti ad una salita ben più ripida. Il pilota di Castellarano, dopo il forfait di Tredozio, si ritrova ai piedi del podio in Rally A ma con ben venticinque punti a separarlo dal gradino più alto del podio e la tappa in provincia di Forlì e Cesena potrebbe già recitare un ruolo chiave per il suo destino, mettendolo con le spalle al muro e forzandolo a spremere al massimo la Citroen C2 R2, condivisa con Mirca Rivi. “Abbiamo già disputato varie volte questo slalom” – racconta Cristian Lanzi – “ed è caratterizzato da una strada con molti tornanti e tanta salita. Percorso bellissimo e selettivo. I o e Mirca daremo il massimo anche se, con questo caldo, la scelta delle gomme sarà determinante. Le elevate temperature metteranno a dura prova sia la C2 che noi stessi. Non abbiamo ancora risolto i problemi ai freni ed all'elettronica ma la passione supera ogni ostacolo e cercheremo di dare il massimo, divertendoci e cercando di rimontare nel campionato.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

in tre, a predappio, griffati collecchio corse

ParmaToday è in caricamento