Inaugurazione mostra dei presepi in oltretorrente

Da Sabato 8 dicembre - alla presenza dell'assessore al Commercio Cristiano Casa e del Presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi - la diciottesima mostra dei presepi, dopo un duro lavoro iniziato nei mesi estivi e terminato nei primi giorni di dicembre, è pronta per essere ammirata dalla città di Parma.

Sono una trentina - tra natività e diorami - i presepi esposti, ovviamente tutti diversi dagli anni precedenti. Tante saranno anche le tipologie di presepi che si potranno vedere in mostra: dalla classica natività ambientata nelle stalle o nei borghi tipici dei paesi di montagna fino ai tradizionali presepi napoletani. Ampio spazio quest'anno è dedicato a opere ambientate nel territorio parmense: saranno, infatti, esposti due presepi - realizzati da Orazio Schianchi di Corcagnano - che collocano la natività nel Castello di Torrechiara e nell'adiacente Badia. Entrambi i presepi sono collocati nella sezione finale della mostra, in uno spazio realizzato appositamente perché il visitatore si possa immergere nell'atmosfera natalizia e presepistica.

Da non tralasciare le opere che anche quest'anno i presepisti della sezione locale hanno realizzato: ci sarà il "Natale in Dacia", realizzato da Giacomo Carlo Magno prendendo spunto dalle abitazione campagnole della classe medio-borghese russa; il "Natale alle Cinque Terre", costruito in stile napoletano da Eugenio Assante; la "Natività Orientale" di Andrea Pezzolla e la "Natività" di Luciano Tanzi.

Tra le particolarità delle altre opere in mostra, vale la pena soffermarsi sul presepe di Fava Adriano (Monticelli Terme) - realizzato con statue pregiate che vengono confezionate da suore francesi - e sulla particolare realizzazione di Ranieri Franco che nel suo presepe, ambientato in Piazza Duomo, "Andando da Gesù con Antelami" ha collocato statue riprese dalle opere dell'Antelami. Oltre a questi e alle altre numerose natività, trovano spazio all'interno della rassegna anche alcuni diorami - cioè rappresentazioni di momenti della vita di Gesù - tra cui "L'annunciazione" realizzato da un presepista mantovane e "Il censimento" ideata da un espositore bergamasco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scopo della Mostra è quello di proporre alla città di Parma una rassegna presepistica di alta qualità, contribuendo a mantenere alto il valore della tradizione e sostenere la diffusione del presepio anche e sopratutto all'interno delle famiglie e dei giovani che in questo momento di crisi, non solo economica ma anche sociale, morale ed etica, tendono a disperdere i veri valori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento