montagna 2000 presenta i risultati al 30 settembre 2016

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Non si ferma l'opera di risanamento di Montagna 2000 Spa, la società in house che gestisce il servizio idrico integrato nelle valli del Taro e del Ceno. Le attività di analisi delle condizioni economiche della società, di razionalizzazione della gestione corrente e di negoziazione del debito passato stanno avendo impatti positivi sul piano economico e finanziario.

Il bilancio del 2016 si deve considerare un bilancio di transizione che ha la finalità di finanziare alcune partite pregresse, in particolare i mutui del servizio idrico integrato riconosciuti ai Comuni soci e di cogliere i risparmi negoziati con i fornitori rispetto al debito precedente. Il bilancio viene redatto ora con cadenza trimestrale per una comunicazione puntuale e regolare verso la comunità finanziaria, gli stakeholder ed i soci della società nonché verso i cittadini.

Al termine delle scritture contabili e al netto delle imposte, la società presenta un utile al 30 settembre 2016 di 117.981,00 euro: da segnalare il trend positivo e di incremento rispetto allo scorso anno.

Le politiche di saving avviate nel corso del primo semestre hanno prodotto benefici interessanti sul conto economico in particolare sulla riduzione dei servizi esterni legati alla clorazione degli acquedotti ed alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.

La gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani è stata in parte ottimizzata e vedrà una riduzione dell'affidamento a terzi dei servizi che consentirà di gestire le raccolte con mezzi e personale propri senza investimenti e/o personale aggiuntivo.

Per quanto riguarda la gestione del debito, si segnala una riduzione del debito di oltre 2 milioni di euro rispetto al bilancio chiuso al 31 dicembre 2015 e di aver spostato 1,7 milioni di € a lungo termine. Le trattative con i fornitori sul debito pregresso hanno generato risparmi e permesso l'azione di dilazione del debito.

Inoltre stanno proseguendo le attività di recupero del credito pregresso verso gli utenti morosi del servizio idrico integrato iniziate a luglio di quest'anno con risultati concreti.

Infine la società rileva con soddisfazione una sana collaborazione con i comuni soci per il conseguimento degli obiettivi del piano di risanamento.

Torna su
ParmaToday è in caricamento