montagna 2000 s.p.a. presenta il progetto della nuova sede

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Montagna 2000 Spa ha presentato presso il Comune di Borgo Val di Taro il progetto di rigenerazione urbana presso la ex Ceramica Borgotaro Srl dove, all’interno, è prevista la ristrutturazione di porzioni di fabbricato da adibire a nuova sede della società. L’esigenza di una nuova sede per la società che gestisce il servizio idrico integrato è conclamata sia sotto il profilo degli spazi d’ufficio, di quelli operativi e di ricovero dei mezzi e delle attrezzature aziendali sia sotto il profilo dell’adeguatezza dell’attuale sede in affitto dall’Unione Taro e Ceno. Inoltre, la nuova sede ha la duplice finalità di stabilizzare la presenza della società sul territorio in vista della scadenza di concessione attualmente prevista al 30 giugno 2025 e di cogliere l’opportunità di ampliare i servizi offerti dalla società in house per i Comuni soci. Il progetto complessivo di recupero e riqualificazione presso l’area della ex Ceramica Borgotaro Srl, prevede da subito la ristrutturazione di parte degli edifici esistenti per poter inizialmente trasferire la sede di Montagna 2000 con la fruizione degli uffici e degli spazi dedicati all’autorimessa per i mezzi aziendali e ad uno spazio da dedicare al magazzino. Contemporaneamente verranno rimossi i materiali contenenti amianto presenti sul tetto restituendo, prima dell’inizio delle scuole, un fabbricato bonificato e pronto ad accogliere un impianto fotovoltaico della potenza di circa 400 kWp. In un secondo tempo è prevista la ristrutturazione di ulteriori porzioni dei capannoni per ospitare ulteriori servizi della società e/o aree produttive con settori legati alla green economy ed alla transizione energetica; completeranno il progetto i lavori per la messa in sicurezza definitiva dell’area che prevede parte di confinamento e parte di asportazione dei rifiuti presenti ed una riqualificazione a verde delle aree esterne con percorsi didattici nell’ambito del progetto “amare l’acqua” . La sede sarà anche il fulcro dell’interazione della società con il territorio e le scuole per progetti formativi e tirocini. Emilio Guidetti, Amministratore Unico e Direttore Generale di Montagna 2000 Spa, ha dichiarato: “Riteniamo che il rigoroso lavoro di salvataggio e rilancio della società dalla grave situazione economica e finanziaria di fine 2015 ci permette di pensare a progetti come quello della sede aziendale che ci permetterà di consolidare la società e radicarla sul territorio perché a termine della concessione i Soci, il territorio, i cittadini, i lavoratori e le lavoratrici ed i fornitori abbiano un patrimonio di cui essere orgogliosi”. "Il concreto passo avanti realizzato dalla Società con l'acquisizione dell'area "Ex Ceramica Borgotaro" è un tassello molto importante per tutti noi” – ha dichiarato il Diego Rossi, Sindaco di Borgotaro. “Prima di tutto, testimonia la ritrovata capacità d'investimento della società pubblica dell'acqua del nostro territorio e consolida il suo radicamento con la realizzazione di una sede di proprietà. Questo vuol dire che anche per il futuro stiamo gettando basi importanti, che confermano la gestione pubblica e territoriale del bene "comune" per eccellenza, l'acqua. In più, per Borgotaro vuol dire vedere completarsi il progetto di riqualificazione di un'area "ex industriale", oggi nel cuore di un quartiere residenziale e di servizi importanti come quelli scolastici e sportivi. Una rigenerazione urbana, con un occhio di attenzione all'ambiente, che era tra i nostri obiettivi e che senz'altro guardiamo con soddisfazione”. “Per questo voglio ringraziare” – ha concluso il Primo Cittadino – “l'Amministratore Unico e tutti i dipendenti di Montagna 2000 per l'impegno che hanno messo sul progetto, e con loro tutti i colleghi Sindaci, proprietari con noi della Società, che hanno condiviso e creduto in questo progetto
Torna su
ParmaToday è in caricamento