menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzale Barezzi: un orinatorio a cielo aperto a pochi passi dal Regio

Le condizioni in cui versa un angolo a pochi metri da uno dei simboli d'arte più importanti della città sono lamentate da tempo dai residenti, stupisce come si imperversi con tale abitudine dannosa per tutti

Lamentate da tempo dai residenti e dai numerosi frequentatori del centro, le condizioni nelle quali versa un angolo a pochi metri da uno dei simboli d'arte e cultura più importanti per la città: il Teatro Regio. E' proprio a pochi passi da uno dei punti maggiormente visitati di Parma, sotto le volte che da via Garibaldi conducono a piazzale Barezzi, un vero e proprio orinatoio a cielo aperto, ciò che contribuisce a declassare notevolmente l'immagine di un luogo particolarmente suggestivo e frequentato.

Stupisce vedere come si imperversi con tale abitudine, nonostante la presenza, a soli tre metri, da un bagno pubblico. "Una vergogna e una schifezza", il commento di una signora che si affretta a oltrepassare velocemente l'area. Si tratta di un problema che si ripresenta quotidianamente anche sotto i portici della Pilotta, necessitando interventi dagli addetti, nelle prime ore del mattino, di pulizia con acqua e sapone attraverso idranti.

"Ci vorrebbe qualcuno che passi a mettere le multe qui, invece di stare a trovare il pelo nell'uovo per una macchina parcheggiata male per il tempo di comprare le sigarette", il commento di un ragazzo. Ma è chi possiede attività commerciali a pochi passi a sottolineare come sia controproducente permettere che si continui a utilizzare angoli del centro storico come veri e propri bagni, in particolar modo in considerazione del turismo fiorente che ha sempre caratterizzato soprattutto il centro storico parmigiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento