rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
ParmaToday

La fondazione Anna Mattioli apre “il cantiere della solidarietà” al palazzetto di piazza ghiaia

Una giornata speciale per la Fondazione e per tutta la comunità di Parma

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Una giornata speciale per la Fondazione Anna Mattioli e per tutta la comunità di Parma. L'attore Massimiliano Gallo, l’Assessore alle Politiche Sociali Ettore Brianti e l’Assessora alla Rigenerazione Urbana Chiara Vernizzi, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Parma e del Sindaco Michele Guerra, hanno visitato questa mattina il “cantiere della solidarietà” e constatato lo stato di avanzamento del progetto di restauro e risanamento conservativo del Palazzetto che ospiterà entro la fine dell’anno la sede della Fondazione Anna Mattioli. A fare gli onori di casa, Roberto Pagliuca, Presidente della Fondazione Anna Mattioli, Davide Zambrelli, Vicepresidente, Barbara Galanti, Direttore Generale, e Corrado Balestrieri, Consigliere. “Oggi è una giornata molto importante - ha spiegato il Presidente Pagliuca in avvio dell’evento svoltosi al Palazzetto di Piazza Ghiaia n. 21, a Parma. Potremmo definire questo luogo un avamposto di riqualificazione urbana e sociale per un’area molto delicata che sappiamo essere particolarmente a cuore all’Amministrazione Comunale e a tantissimi cittadini. Un luogo speciale e importante che si inserisce in un contesto meraviglioso, come Parma, che fa della solidarietà e dell’accoglienza priorità fondamentali. In questo senso, si inserisce anche lo scopo sociale del nostro progetto che intende dare risposte concrete e tempestive ai bisogni reali della collettività, partendo dalla tutela delle sue radici più fragili, quelle dei bambini. Ringrazio il Sindaco Guerra e tutta l’Amministrazione di Parma per la sensibilità e la disponibilità dimostrate nei confronti dell’impegno della nostra Fondazione”. Queste, invece, le parole di Massimiliano Gallo, testimonial della Fondazione: “Sono molto felice ed onorato di essere qui oggi per un evento dall’alto valore simbolico e sociale. Vorrei rivolgere i miei complimenti per questa prestigiosa iniziativa alla Fondazione, che con impegno e passione si adopera da tempo per aiutare il prossimo, all’interno di una società - la nostra - in cui troppo spesso si pensa solo a sé stessi. Le attività della Fondazione Anna Mattioli rappresentano un grande segno di speranza e concretezza per un mondo più inclusivo e solidale”. La Fondazione Anna Mattioli, dal 2021, investe energie e risorse a Parma con l’obiettivo primario di sostenere con azioni concrete le famiglie fragili con figli da accudire, perseguendo il fine ultimo di dare un impulso positivo di crescita e sviluppo a tutto il tessuto sociale cittadino. Dall’estate del 2021, sono già oltre 20 i nuclei familiari fragili con bambini accolti, diverse le studentesse ucraine profughe di guerra ospitate in Città per proseguire nel loro percorso di studi universitari, molte le iniziative in favore di bambini con disabilità o patologie assistiti dalla Fondazione. “Anna sarebbe stata davvero contenta del nostro impegno appassionato e dei progetti di sostegno in corso. I suoi principi e i suoi valori ci ispirano e ci guidano quotidianamente nella nostra azione a favore degli “ultimi”, partendo dai più esposti, i nuclei familiari fragili con figli minori da curare. Da oggi chiunque può aiutarci con una donazione, basta andare sul nostro sito www.fondazioneannamattioli.it per posare simbolicamente un mattoncino e contribuire così ad edificare insieme la Casa di Anna”, ha concluso il Presidente Pagliuca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fondazione Anna Mattioli apre “il cantiere della solidarietà” al palazzetto di piazza ghiaia

ParmaToday è in caricamento