menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accesso agli atti, per l'opposizione Stt e Alfa non hanno più scuse

I consiglieri Pagliari, Ablondi e Guarnieri, scrivono al sindaco Vignali: "Riteniamo che tu debba essere il garante istituzionale del tempestivo adempimento di un obbligo, su cui è maturato un ritardo ingiustificato"

I consiglieri di opposizione Giorgio Pagliari (Pd), Marco Ablondi (Rc) e Maria Teresa Guarnieri (Ap-Av), scrivono al sindaco Vignali dopo la risposta ricevuta dal Colonnello Guido Maria Geremia, comandante della Guardia di Finanza di Parma in merito alle istanze di accesso agli atti presentate alle società partecipate dal Comune, Stt e Alfa, non ancora evase.

"Con nota n. 0439559 in data odierna, in riscontro della nostra in pari data, consegnata a mano e di persona, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Parma ha fornito la seguente testuale risposta, inviata anche a Te (sindaco Vignali, ndr): “Al fine dell’esecuzione del suddetto controllo, sono state osservate, oltre che le disposizioni contenute nel citato D.Lgs. 68/2001, anche le disposizioni contenute nell’art. 12 della Legge 27/07/2000 nr. 212 (Statuto del contribuente), che tra l’altro riconosce al contribuente la facoltà di richiedere, consultare, esaminare, estrarre copia di ogni documento acquisito ai fini della verifica, previa adozione di idonee misure cautelative (apposizioni di sigle e del timbro d’ufficio, specificazione nel processo verbale dei documenti richiesti e dati in visione alla parte)”.

La lettura di quanto affermato dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Parma non lascia dubbi in ordine alla esistenza in capo al Presidente di STT Holding spa e al Presidente di ALFA spa delle condizioni per estrarre le copie e per riscontrare le nostre istanze di accesso agli atti: dette Persone, infatti, in quanto legali rappresentanti delle Società soggette ad ispezione, sono da identificarsi con il “contribuente”, di cui si parla nella richiamata risposta. Del resto, una istanza di accesso agli atti è stata evasa, in precedenza, da Metro Parma S.p.A. pur trovandosi quest’ultima nell’identica situazione, che oggi interessa le predette S.T.T. Holding S.p.A. e ALFA S.p.A..   
A questo punto, attendiamo, l’evasione – senza più alcun indugio – delle istanze di accesso agli atti indicate in oggetto; un’evasione – consentici – doverosamente precisa e completa.

La presente è formalmente rivolta, contestualmente e per quanto di competenza, ai Presidenti delle Società Comunali interessate. Con tutta evidenza, più che mai dopo la comunicazione formale in Consiglio Comunale e dopo questa precisazione del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, riteniamo che Tu (sindaco Vignali, ndr) sia e debba essere il garante istituzionale del tempestivo adempimento di un obbligo, su cui è maturato un ritardo chiaramente ingiustificato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento