Aemilia, Cantalamessa: "Chiesta audizione urgente di Delrio"

Le parole del capogruppo della Lega in Commissione Antimafia

"Delrio chiarisca in fretta: destano forti preoccupazioni le motivazioni della sentenza di primo grado e le dichiarazioni di alcuni componenti del collegio giudicante che parlano di ‘punto di forza’ della presenza mafiosa in Emilia nei comportamenti politici-istituzionali. La Lega è decisa a non lasciare coni d’ombra nello scenario del più grande processo di ‘Ndrangheta mai tenutosi nel Nord Italia: abbiamo depositato richiesta formale di audizione in commissione del presidente del Pd Graziano Delrio, all’epoca dei fatti candidato sindaco di Reggio Emilia, per la sua presenza a Cutro in Calabria, nel 2009. Come riportato dal collegio giudicante, è decisamente anomalo che un candidato sindaco vada a fare campagna elettorale a circa mille chilometri di distanza dal proprio collegio elettorale: andare a Cutro non è di certo un reato, ma sicuramente è strano che un candidato in Emilia vada a cercare voti in Calabria. La Lega chiede chiarezza e, come abbiamo dimostrato nel Decreto sicurezza, è massimo il nostro impegno nella lotta alla mafia, con il sequestro dei beni e punizioni esemplari, tutte misure contro cui il Pd si è schierato contro nel voto in aula”. Lo dichiara il capogruppo della Lega in Commissione Antimafia, Gianluca Cantalamessa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico scontro frontale tra auto e furgone a Parola: muore un 37enne

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento