Alta velocità a Parma, il Movimento 5 Stelle: "Non è una priorità"

Le parole di Silvia Piccinini, capogruppo regionale

“Le nuove infrastrutture si realizzano solo se sono utili ai cittadini, non se fanno comodo al politico di turno. Una logica fallimentare questa, la cui massima espressione è stata proprio la stazione reggiana della Mediopadana diventata un vero spreco di denaro pubblico per compiacere proprio la politica locale. Per questo l’intensa discussione che sta nascendo intorno al progetto dell’Alta Velocità a Parma, per come si sta sviluppando - ovvero un derby tra politici reggiani e parmensi senza peraltro entrare nel merito della questione - è surreale e non tiene conto delle vere esigenze di chi vive in quei territori. E noi vogliamo ribadirlo con forza: la priorità per l’Emilia-Romagna devono essere le linee regionali”.  È questo l’intervento di Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo al dibattito sulla realizzazione di una stazione AV a Parma dopo quella già attiva da anni a Reggio Emilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo è il momento per la Regione di evitare di inseguire logiche settarie e portare invece a termine quello che è stato un preciso impegno messo nero su bianco nella passata legislatura, grazie al M5S, e ribadito anche in campagna elettorale: ovvero migliorare sensibilmente le condizioni di trasporto dei pendolari che si muovono sulle nostre linee interne – aggiunge Silvia Piccinini - In primo luogo realizzando l’elettrificazione di tutte le linee regionali con le risorse già messe a bilancio, proprio grazie a una nostra proposta, e poi realizzando finalmente il piano di superamento dei passaggi a livello e la messa in sicurezza delle stazioni e la loro accessibilità. Da anni ci battiamo in Regione per chiedere che sulle nostre ferrovie venga investito di più, che si faccia più attenzione alla sicurezza di treni e passeggeri. Sono queste le priorità che la Regione deve affrontare al più presto, non avventurarsi in dibattiti che non tengono conto delle reali necessità dei cittadini” conclude la capogruppo M5S. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Nuova ordinanza: dal 26 giugno i posti a sedere su bus e treni possono essere occupati al 100%

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Ospedale Maggiore: nessun paziente Covid in terapia intensiva

Torna su
ParmaToday è in caricamento