Bonaccini incontra Federconsumatori e una delegazione del comitato dei pendolari della Parma-Guastalla-Suzzara

Richiesto l'impegno a risolvere il problema degli insopportabili disservizi

Ieri sera Stefano Bonaccini, a margine della chiusura della campagna elettorale a Parma, ha incontrato i rappresentanti di Federconsumatori Emilia Romagna che accompagnavano una delegazione di pendolari della linea ferroviaria Parma-Guastalla-Suzzara. La linea ferroviaria che in questi giorni è stata al centro dell’attenzione della stampa parmense e reggiana per gli insopportabili disservizi che da tempo rendono la vita difficile ai viaggiatori.

Su questa linea nel corso del 2019 la media dei treni arrivati in orario (entro 5 minuti di ritardo) risulta di poco superiore al 71%, cioè 20 punti sotto l'impegno contrattuale di Tper che invece è previsto dalla Carta dei Servizi al 91%. Indici di puntualità fuori parametro sempre più negativi, che ha visto a novembre scendere alla metà i treni puntuali (49,8%) e toccare il fondo a dicembre con un indice di puntualità al 32,9%!

Ritardi fuori controllo non più sopportabili, livelli indecenti del servizio, scarsa disponibilità di biglietti, mancanza di controllo  ed evasione, insufficiente informazione nelle stazioni e a bordo treno, servizi sostitutivi non disponibili e male organizzati.

Durante l’incontro Bonaccini si è scusato con i pendolari ammettendo che la linea Parma-Guastalla-Suzzara sia una linea “non degna per una Regione come l’Emilia Romagna”.

Bonaccini ha detto che i fondi per l’elettrificazione della linea sono già stanziati e ha sottolineato quanto annunciato durante il comizio di pochi minuti prima, cioè che questa linea, assieme ad altre quattro linee di penetrazione (che tagliano il territorio nella direttrice nord-sud), sono inserite quali priorità del suo prossimo mandato, qualora venisse rieletto. Si è impegnato, inoltre, ad un intervento urgente e risolutivo per alleviare i disagi che si sono creati ed ad incontrare il Comitato e Federconsumatori entro la seconda settimana successiva alla propria eventuale rielezione.

Federconsumatori Emila Romagna e i rappresentanti dei pendolari della  Parma-Guastalla-Suzzara hanno accolto positivamente gli impegni del presidente e candidato Bonaccini e sospeso il presidio previsto per oggi di fronte alla stazione di Parma.

Federconsumatori Emilia Romagna, impegnata a sostenere le ragioni degli utenti della linea  Parma-Guastalla-Suzzara, chiede anche agli altri candidati alla presidenza della  Regione di impegnarsi alla soluzione dei disservizi che affliggono questa linea ferroviaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento