Campari: "Pizzarotti via da Parma? Farebbe solo un piacere alla città"

Campari: “I 3 milioni per Parma 2020 in arrivo entro fine mese"

 “Se Pizzarotti dovesse andare via da Parma, farebbe solo un piacere alla città che ha bisogno di un sindaco vero che si occupi di Sicurezza, degrado, diritti delle fasce più deboli, crisi del commercio, desertificazione del Centro”, risponde il senatore della Lega Maurizio Campari alle domande dei giornalisti che chiedevano un commento sulla probabile candidatura del Sindaco di Parma alle elezioni europee in lista con la Bonino, il Partito Socialista e il Partito Repubblicano. “E’ un acrobata, un funambolo della politica - aggiunge – ha amoreggiato con la sinistra, con il Pd, poi Più Europa, i Verdi, Repubblicani e Socialisti.  Lo chiama civismo. Per sperare di arrivare al 4%, si presenta insieme a gente che da Berlusconi a Monti a Gentiloni ha cambiato tutti gli schieramenti e i partiti e a rimasugli della Prima Repubblica. Se vuole fare carriera politica è legittimo, ma da troppo tempo trascura Parma”.

Le dichiarazioni sono state rilasciate a margine di una conferenza stampa in cui Campari, insieme all’onorevole Laura Cavandoli e al capogruppo della Lega in Consiglio Comunale Emiliano Occhi hanno fatto il punto su alcuni dei principali provvedimenti del Governo legastellato negli ultimi mesi.

Laura Cavandoli ha ricordato gli interventi del Governo in materia di Fisco, Economia e Sviluppo a partire dalla Flat Tax per le partite iva che aderiscono al regime dei "minimi" con fatturati fino a 65 mila euro che possono usufruire dell’aliquota del 15%: “è il primo passo - ha spiegato -  verso un Fisco non più nemico dei cittadini. Si vuole estendere la flat tax al 15% anche su tutti redditi fino a 50 mila euro ma solo se non dovesse comportare alcun aumento dell’Iva. Insieme alla Pace Fiscale - cui al momento hanno fatto richiesta oltre 700 mila italiani - e alle semplificazioni fiscali vogliamo rilanciare i consumi e l’economia nonostante il periodo di recessione in tutta Europa”.

Maurizio Campari ha poi ricordato i tre milioni di Euro stanziati dal Governo per Parma 2020 che arriveranno a fine mese, le risorse per la videosorveglianza, l’arrivo di nuovi agenti di polizia e carabinieri e degli strumenti come il Taser che il Decreto Salvini mette a disposizione degli enti locali e delle Forze dell’Ordine per la Sicurezza dei cittadini.

Emiliano Occhi ha invece posto l’attenzione sull’isola ambientale di Borgo Giacomo Tommasini con orari che penalizzano gli negozi, bar e ristoranti già sufficientemente provati dalle tasse locali e dalle difficoltà del momento. “Come al solito  - ha spiegato Occhi – il Comune fa provvedimenti senza ascoltare nessuno. In questo modo si uccidono il commercio e il Centro storico”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Morte del piccolo Aurelio: "Il quartiere è dilaniato dal dolore e si stringe intorno ai genitori"

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento