Cavandoli: “Il Paese non ha i tempi del Palazzo e altre priorità”

“Il nostro Paese ha bisogno di provvedimenti immediati di sostegno all’economia, per rilanciare i consumi, semplificare la vita alle aziende e permettere loro di investire e assumere"

“In questi giorni di incertezza e di grandi manovre, mi stupisce che l’unico tema politico di cui si senta parlare, sia un provvedimento assistenzialistico di difficile realizzazione, gestione e copertura economica, invece di affrontare temi veri come lavoro e competitività”, dice la neo parlamentare parmigiana della Lega Laura Cavandoli.

“Il nostro Paese ha bisogno di provvedimenti immediati di sostegno all’economia, per rilanciare i consumi, semplificare la vita alle aziende e permettere loro di investire e assumere, allargare la base dei contribuenti con l’emersione del nero. Il Paese, la sua economia, i mercati in cui le nostre aziende si muovono, non hanno i tempi dei palazzi della politica”, aggiunge la Cavandoli.

“Già dal prossimo Documento di Economia e Finanza bisognerà iniziare a ridurre le tasse, perché solo liberando famiglie e imprese da un fisco opprimente si rilanceranno i consumi e con essi l’economia. La Lega vuole avviare al più presto la “Pace fiscale" (rottamazione delle cartelle Equitalia) per consentire a cittadini, commercianti e imprenditori di uscire dall’incubo e tornare a vivere”, prosegue la Cavandoli.

 “Dalla Crisi – conclude l’onorevole leghista - si esce solo con un’alleanza tra Stato e cittadini, non più sudditi da stanare e vessare. La storia di questo Paese dimostra che l’assistenzialismo di Stato non funziona, bisogna puntare allo sviluppo”.


 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento