Parma comune virtuoso? Il commento del consigliere Pd Iotti

In merito alle dichiarazioni dell'assessore Broglia sulle classifiche del Sole24ore sui bilanci dei Comuni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Le affermazioni dell'Ass.re Broglia lasciano senza parole! Soprattutto perchè l'Ass.re al Bilancio sà di mentire e nasconde la verità.
Quello che cerca di nascondere è una realtà, a lui ben nota, che a Parma si chiama società partecipate esterne al Comune.
E' una realtà che da sempre cerca di evitare, tanto da affermare trattarsi di cosa che non lo riguarda. Sono dati che parlano chiaro: nel solo 2010 significa perdite per 75 milioni di Euro, 460 milioni di euro di indebitamento, quasi 180 milioni di garanzie prestate (considerate debito dalle norme di bilancio), 8 milioni annui di interessi passsivi, 10 milioni di euro di costi di personale oltre a consulenze e incarichi per centinaia di migliaia di euro.
Assessore Broglia questi dati li ha forniti al Sole 24 Ore? Ha preferito far finta di nulla e guardare solo il bilancio comunale?
Ma vogliamo parlare del 'suo' bilancio comunale: 
- sulla corretta situazione finanziaria penso si sia espressa chiaramente la Corte dei Conti, denunciando l'utilizzo di entrate straordinarie improprie per 25 milioni di euro (secondi in Italia solo dopo Napoli che hanno spaventato ltanto 'Ass.re Broglia da portarlo a ridurle
Vogliamo continuare?
- la bassa percentuale di costi del personale non è vera in quanto il trasferimento dei costi si è scaricato sulle società partecipate, e i dati ci dicono che in temini assoluti consuntivi non c'è stata alcuna riduzione. Semplicemente l'astuta manovra è di trasferirli in altri bilanci, spesso aggravandone il carico complessivo a spese del Comune.
- il rispetto del patto è totalmente falsato dall'operazione partecipate, lo sanno tutti in ogni ufficio comunale: in realtà quando si dovranno conteggiare i bilanci delle società esterne lo sforamento sarà colossale, lo sarebbe già computando le finte fidejussioni mascherate su cui si sta facendo luce.
- l'alto livello di autofinanziamento delle spese fa ridere pensando al debito complessivo 2010 ( 635 milioni di indebitamento) di cui solo 175 milioni calcolati sul bilancio comunale.
Questi dati sono in possesso del Sole24Ore? Assessore è questa la situazione che ci vuole lasciare? E' questa la sua responsabilità nel vedere solo quello che le fa comodo? La sua eredità rischia di assomigliare a quella della Milano, in tempi recenti un vostro riferimento ideologico, che ora mostra in piena evidenza cosa nascondono le parole e gli slogan di comodo.
Con la fine della Giunta Vignali, di cui resta solo la destra politica, ormai prossima, le sue parole non lasciano intendere niente di buono.

Massimo Iotti
Cons. Com.le Pd

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento