Consiglio. Scontro su Stu Pasubio, Cal e Stt. Approvate tutte le delibere

Approvate la cessione delle quote del Comune di Parma della Stu Pasubio. Iotti: "E' una svendita, regalarla ai privati per 4 milioni di euro". Capelli: "Non stiamo regalando niente, ci sono debiti". Ghiretti: "La telenovela STT va avanti da tempo, non capisco l'urgenza di votare ora il regolamento delle nomine"

Dopo la seduta fiume di giovedì scorso il 2 ottobre torna il Consiglio comunale. I consiglieri torneranno ad occupare i posti nella sala consigliare per partecipare alla sessione straordinaria prevista per le ore 15. Dopo le aspre polemiche per l'approvazione delle delibere relative ai debiti fuori bilancio, circa 7 milioni di euro, tornerà il confronto tra maggioranza ed opposizione. Argomento centrale della seduta sarà la discussione sulla modifica degli statuti di Stt e Stu Pasubio, rinviata dal precedente Consiglio del 27 settembre.

SCARICA L'ORDINE DEL GIORNO DEL 2 OTTOBRE


LA CRONACA

Stt

Votazione: 20 favorevoli, 5 contrari, 5 astenuti. Approvata.

Pellacini: Rivolgendosi a Bosi: "chi parla di far spendere meno ai cittadini andasse a casa così i parmigiani pagano un consigliere in meno. L'organo è dimissionario, non c'è fretta di approvare questa delibera".

Furfaro: "Non è vero che mandiamo a casa chi la pensa diversamente, sono loro che non si sono presentati".

Guarnieri: "Ci state vendendo lucciole per lanterne. Se non avessimo assistito alle vicende di Stt potremmo reputarla una banalissima delibera, ma non ci credo. Questa non è una questione di tipo economico, non ce n'è urgenza. Tutto il cda accusa l'assessore Capelli di non rispettare i dettami di Ciclosi, di trattare in prima persona con le banche, di aver destinato risorse a fondo perduto. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si prende...".

Bosi: " Sono favorevole alla delibera perchè agisce sulla razionalizzazione dei costi al fine di gravare meno sulle tasche dei cittadini".

Ghiretti: "La telenovela STT va avanti da tempo, non capisco l'urgenza di votare ora il regolamento delle nomine"

Buzzi "Uno degli amministratori, l'avvocato Massimiliano Vento ricopre 3 incarichi per oltre 150mila euro all'anno"

Iotti presenta un emendamento, firmato da tutti i consiglieri di minoranza: "Ai componente del Cda andrà corrisposto un gettone di presenza uguale a quello dei consiglieri comunali". L'emendamento è approvato all'unanimità da tutti i presenti.

Vescovi: "Ieri sera non si è presentato nessun membro del Cda di Stt, nemmeno l'amministratore delegato Piermarioli. Era una seduta per chiarire le criticità con l'assessore Capelli. Si è pensato di rimandare l'audizione. Ieri sera sono giunte le dimissioni ed è decaduto il Cda in modo completo"

Richiesta di approvare una variazione all'atto costitutivo della Stt, l'articolo 21. Prevede di sostituire i tre attuali membri con un amministratore unico. Ogni consigliere del cda costa oggi al Comune 45mila euro.

Cal, centro agroalimentare

Votazione: 20 favorevoli, 14 astenuti. Approvata

Capelli: "Vogliamo tutelare chi ci lavora e garantire la continuità aziendale. Purtroppo dobbiamo fare delle scelte che a volte non sono ottimali ma c'è di peggio. Il ramo d'azienda perde in maniera sistematica e rilevante, 300 mila euro all'anno".

Guarnieri: "Come facciamo a pensare di recuperare crediti da Stt e da Alfa quando la stessa Alfa chiede dei soldi a Stt?

Pellacini: "Ho dei dubbi sull'affitto. Il progetto Ecocity è stato premiato e oggi noi lo diamo in affitto. La valutazione della logistica dovrebbe essere fatta in altro modo prima di pensare ad affittare".

Iotti: "Con questo documento si pezza solo la situazione di Cal e dove li andiamo a prendere i soldi? Da un'altra società indebitata? C'è scritto che se il progetto non va in porto i soldi per sanare Cal ce li mette il Comune. Ma quanti? E' un piano privo di certezze".

Capelli spiega la delibera. "C'è un'attività mercatale, un'attività logistica e un'attività immobiliare. Il Comune detiene il 53% delle quote. Il fine delle delibera è tutelare la società e chi ci lavora. La prosecuzione dell'attività di logistica prevederebbe stanziamenti finanziari. La scelta è stata di dare un affitto alla società: ciò consente di rinviare la scelta di altre soluzioni, come la gestione diretta. Il canone d'affitto che viene richiesto non è elevato ma permetterebbe di interrompere la perdita per il settore logistico. Per l'attività immobiliare si prevede la dismissione. Debito complessivo di 14 milioni di euro".


Stu Pasubio

Delibera approvata con 20 voti favorevoli, 11 contrari e 1 astenuto.

Pizzarotti:
E' scorretto che la minoranza continui a gettare ombre senza poi confermarle nei fatti. Quando si lanciano delle allusioni devono essere circostanziate. Il Comune non deve fare l'imprenditore immobiliare".

Capelli: "Non stiamo regalando niente, non è così. La valutazione del patrimonio netto è l'attivo meno il debito. Lo sapete tutti voi. Dove andiamo a prendere tutti i soldi necessari per completare il progetto? Dove tagliamo? Non possiamo prescindere dai vincoli di bilancio.

Bosi: "C'è bisogno di sgravare il Comune da una situazione debitoria grave. Si è detto che andiamo a svendere ma chiedo se sappiamo quali appartamenti sono stati venduti? E' stato venduto un unico appartamento dell'immobile. Chiediamoci il perchè, forse il prezzo è sovrastimato? Se qualcuno ritiene che è stato svenduto, fate un offerta? Visto che il Pd ha fatto delle scalate per le banche potrebbe farlo anche per questo immobile?. Con 86 milioni di debito su 88 di attivo è svendere?"

Ghiretti: "Stiamo svendendo un'immobile o rientrando da 50 milioni di euro di debito? La città lo deve sapere. Non si capisce, nel testo c'è tanta incertezza. Guarnieri: "Ipotesi di una turbativa d'asta?"

Iotti: "Mancano tutte le informazioni in base alle quali valutare la possibilità della vendita. Perchè modifichiamo lo statuto visto che stiamo vendendo le azioni? Qual'è la rilevanza per il Comune? Diamo al privato un patrimonio di 40 milioni di euro per un valore di 4 milioni. Stiamo perdendo patrimonio e bene pubblico, lo andiamo a regalare per 4 milioni. Certo ci liberiamo da un grosso indebitamento. Non contenti di darlo a 4 milioni di euro, il bando prevedeva che non venissero incassato ma dati in permuta per una parte ancora da realizzare. Una società a uso pubblico viene riconvertita ad uso privato commerciale. Saranno interessati solo coloro che dovranno recuperare qualcosa. Se viene a perdersi l'evidenza pubblica, se non si fa la Casa della Cultura cosa si farà un altro centro commerciale?".

Stu Pasubio: approvazione modifiche statutarie, presa d'atto del bilancio. Capelli parla della vendita della quota di partecipazione della vendita della quota del Comune che detiene il 52%. "Ciclosi ha dato avvia alla cessione delle quote. Si chiede di approvare lo schema di contratti di compravendita e la modifica dell'articolo 18. Recuperemo la quota della prima quota di 3 milioni di euro, di liberare il Comune di Parma dall'obbligo di contribuire alla realizzazione della Casa della Cultura". Ghiretti: "Il documento doveva essere messo a disposizione dei consiglieri".

Stt
Iotti: "Dove, come e quando sono state comunicate le dimissioni del Cda di Stt? "Ieri sera alle 20.43 con una mail".

Regio
Pellacini: "Apprendiamo dalla stampa della nomina del dottor Carlo Fontana. Chiediamo la copia del nuovo statuto e perchè non si è dato conto al bando del dottor Ciclosi e quale sia la durata del contratto e il compenso per Fontana. E' legittima la nomina del signor Ferrari, segretario generale della Toscanini?" Risponde Pizzarotti: "C'è un Cda, non confondiamo quello che deve essere comunicato e cosa no. E' stato comunicato dopo che è stato discusso all'interno del Cda. Tra oggi e domani lo statuto verrà comunicato. Basta polemiche strumentali. Non abbiamo mai detto che avremo nominato delle cariche con un voto online". Polemica con Pellacini: Vagnozzi spegne il microfono del consigliere.

Partecipate
Interrogazione del consigliere Bizzi: "Chiediamo quali sono le altre società partecipate, oltre a Stt, che non hanno più la fiducia del sindaco?" Risponde l'assessore Capelli: "La richiesta di rimettere il mandato era stata fatta per il Baistrocchi, Stt e Stu Autority"

Youtube
Ghiretti: "Mi sembra più un canale 5 Stelle che un canale del Comune di Parma. Abbiamo visto solo gli interventi del sindaco e dell'assessore Capelli. Che sia garantita a tutto il consiglio una voce in questo canale". Pizzarotti: "Rappresenta il Comune e quindi la Giunta, i punti estrapolati non sono dei 5 Stelle. Sono comunicazioni che rappresentano un comunicato della Giunta".

Orchestra Toscanini
Pizzarotti: "Per rispondere alla questione economica non dirò quali sono i due compensi: la differenza tra l'offerta dell'Orchestra Teatro Regio e quella della Toscanini è 91.500 euro in meno per la seconda per le stesse rappresentazioni"

Parcheggio via Europa
Interrogazione di Pellacini sul parcheggio a righe blu in via Europa, che non è stato ancora reso accessibile ai cittadini. Risponde Alinovi: "Non è nelle disposizioni del Comune, è un parcheggio che rientra nelle opere realizzate da chi ha fatto il ponte Nord, è in concessione per 26 anni. L'apertura sarà possibile solo dopo il collaudo provvisorio, che è in corso. Abbiamo sollecitato sia la Stu che il concessionario per avviarlo. Ci sarà una sbarra, la possibilità di inserire una sorta di parchimetro, anomalo rispetto al resto. Fa parte del progetto deliberato in passato".

Casse di espansione
Interrogazione di Pellacini sul lavori per le casse di espansione del torrente Baganza per mettere in sicurezza alcuni quartirei di Parma. Chiedo un aggiornamento dei costi e dei lavori. Risponde l'assessore Folli: "La cassa di espansione sarà realizzate da Aipo nei territori di Felino e di Collecchio. Nessuna comunicazione per la valutazione di impatto ambientale è stata inviata al Comune di Parma. L'Aipo licenzierà a breve il progetto che sarà usato per la gara d'appalto. A quanto risulta non esiste nessun atto che definisca un nostro contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento