menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio Comunale, bocciata la mozione sulla raccolta rifiuti presentata dall'opposizione

Non passa la mozione promossa dalla minoranza per utilizzare un metodo alternativo di raccolta rifiuti. La mozione è stata promossa dopo la raccolta di 6.500 firme dal gruppo Parma Unita di Roberto Ghiretti.

La mozione presentata dal consigliere Ghiretti insieme a Dall'Olio (Pd), Guarnieri (Ap), Cattabiani (Civiltà Parmigiana), Buzzi (Forza Italia) e Pellacini (Udc) per l'uso di una metodologia alternativa di raccolta rifiuti viene bocciata, bloccata dalla maggioranza con ben 16 voti e 1 astenuto, solo 8 i voti favorevoli.

Ghiretti, che nei mesi scorsi aveva raccolto 6.500 firme dei parmigiani favorevoli al cambio della raccolta rifiuti, commenta così la sconfitta "non si sono voluti ascoltarle i bisogni e le richieste delle famiglie rappresentate da tutti i firmatari" e poi si rivolge alla Giunta "Vi chiedo di cambiare: se vogliamo, possiamo. Altrimenti una scheda vi seppellirà".

La diversa metodologia per la raccolta rifiuti - si legge nella mozione- sarebbe l'utilizzo di cassonetti per la raccolta differenziata con l'apertura tramite microcip. Un sistema di cassonetti intelligenti che diano la possibilità di "svincolarsi dalla rigidità del calendario".

Folli, assessore all'ambiente, replica "Produciamo 3 milioni di tonnellate rifiuti in Emilia Romagna, il rifiuto urbano è solo una piccola parte. Abbiamo voluto scegliere il sistema porta a porta con la tariffazione puntuale, metodo scelto anche dalla Regione come sistema per la riduzione della produzione dei rifiuti". 

Poi aggiunge "Stiamo lavorando sugli elementi tecnici migliorabili. Abbiamo inserito le eco vagon che permettono la raccolta 7 giorni su 7, e implementato le eco station. La volontà è quella di lavorare sul miglioramento del sistema, su questo ci impegnamo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento