menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Flickr di Gabriele Folli

Foto Flickr di Gabriele Folli

Convention del Pd: Babbo Natale 'no termo' dona l'aria dell'inceneritore

Singolare protesta degli aderenti alla Gestione Corretta Rifiuti che, vestiti da Babbo Natale, hanno consegnato barattoli di aria inquinata. Il Pd ha detto già da tempo che "l'inceneritore è necessario"

Singolare intervento dell'Associazione Gestione Corretta Rifiuti alla convention del Pd che si è svolta ieri sera al Centro Congressi del parco ex Eridania. I 'no termo', vestiti da Babbo Natale, hanno consegnato agli esponenti del Partito Democratico di Parma, barattoli di "aria inquinata" con tanto di brand sulla scatola recante la scritta "Aria di inceneritore".

E la scelta della convention Pd non è casuale: il partito, oltre ad essere il più accreditato per vincere le prossime elezioni, ha già fatto sapere che "l'inceneritrore in costruzione a Ugozzolo è  necessario".

"E' stupefacente rilevare come, nonostante tutte le evidenze scientifiche che si stanno sommando, si scelga ancora senza apparente titubanza o preoccupazione la via dell'incenerimento, che peggiorerà la situazione ambientale del territorio, con la sua aggiunta di oltre 3 tonnellate di Pm10 in più all'anno, nonostante lo spegnimento di migliaia di caldaie domestiche - scrive in una nota il Gcr"

Le conclusioni dello studio Moniter, commissionato nel 2007 dalla regione Emilia Romagna, presentate la scorsa settimana a Bologna, hanno evidenziato non pochi punti di preoccupazione.
Sottolineature che sono state sfumate dal comunicato stampa ufficiale, ma che non sono sfuggite a chi i documenti li ha letti, come i medici dell'Isde, e li sa interpretare.

"Rischi per i neonati di peso inferiore rispetto a quanto attesa - continuano i no termo -  nascite pretermine, andamento crescente degli aborti spontanei in relazione ai livelli di esposizione, andamento crescente con l'esposizione rispetto alla totalità delle malformazioni. Ma non solo. La mortalità per tumore a fegato e pancreas nei maschi è significativamente associata ai livelli di esposizione più elevata come la sua incidenza.
Nella zona di esposizione dell'inceneritore di Modena riscontrati incrementi di tumore al polmone per i maschi, tumore al colon, ovaio ed endometrio nelle femmine, e linfomi non Hodgkin in entrambi i sessi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento