menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Day Hospital oncologico, Rainieri: 'La giunta risolve le criticità'

"A quanto apprendiamo - spiega Rainieri - sarebbero numerosi i pazienti che prima dell’orario di apertura della struttura alle 8, attendono in anticipo all’aperto in quanto vi sarebbe un problema di lunghe attese già all’ufficio accettazione

La giunta regionale si adoperi al più presto per risolvere le criticità e i disagi che i pazienti del Day Hospital oncologico dell’Ospedale Maggiore di Parma sono costretti ad affrontare tutti i giorni".

Così Fabio Rainieri, vicepresidente del Consiglio Regionale dell'Er interviene spronando la Regione a intervenire affinché il trasloco provvisorio del reparto, in locali più adatti ad accogliere e curare pazienti oncologici, sia fatto nel più breve tempo possibile.

"A quanto apprendiamo - spiega Rainieri - sarebbero numerosi i pazienti che prima dell’orario di apertura della struttura alle 8, attendono in anticipo all’aperto in quanto vi sarebbe un problema di lunghe attese già all’ufficio accettazione. All’interno della struttura sarebbero inoltre scarsi i posti a sedere per l’attesa delle prestazioni sanitarie e sarebbero presenti solo 2 bagni senza distinzione di genere, per di più inaccessibili alle sedie a rotelle".

"Se a tutto questo aggiungiamo che hanno facile accesso alla struttura persone, quasi sempre donne di origine nomade, che effettuano accattonaggio nei confronti di pazienti e accompagnatori, capiamo bene - attacca Rainieri - la situazione. È invece evidente che i pazienti che si rivolgono a quella particolare struttura sono quasi sempre in condizioni fisiche e psicologiche disagiate per cui andrebbero accolti nel modo più confortevole possibile". 

"Per questo - conclude -, ricordando che è prevista la realizzazione di un nuovo Day Hospital oncologico per cui la Regione Emilia-Romagna ha stanziato 5 milioni di euro e che l’Azienda Ospedaliero Universitaria aveva comunicato ai pazienti oncologici che proprio per alleviare gli attuali disagi e permettere i lavori per la nuova struttura, il reparto sarebbe stato trasferito nei locali più ampi della vecchia pediatria a partire dal dicembre 2015, invito la Regione a intervenire al più presto perché l'Azienda Ospedaliera mantenga gli impegni presi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento