menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decreto Scuola, Cavandoli: "Maggiori sgravi fiscali e risorse"

La deputata parmigiana: "“A Montecitorio la Lega ha presentato oltre 120 emendamenti al decreto legge 22/2020 sulla 'regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico’ per ottenere contributi per la copertura delle spese "

“Le scuole paritarie sono abbandonate a se stesse: se a Conte e al Governo non interessano libertà e pluralismo educativo, si preoccupino almeno dei miliardi che gli asili, i nidi e le scuole private e paritarie, per il solo fatto di esistere, gli fanno risparmiare ogni anno.  La Lega ha presentato diversi emendamenti al 'Decreto Scuola’ per sostenere un settore molto importante: 900 mila studenti e 150 mila lavoratori attendono gesti concreti”, dice Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega e membro della Commissione Parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza. “Nella disastrosa gestione del sistema educativo nazionale da parte di questo Governo – aggiunge la Cavandoli – la sorte peggiore di tutte sembra essere toccata alle scuole private e paritarie. Dimenticate e discriminate per ideologia, o per mera sciatteria, dall’esecutivo.  Le 12.500 scuole paritarie partecipano a pieno titolo al sistema dell’istruzione del nostro Paese garantendo il pluralismo educativo e allo Stato un risparmio economico di almeno 5 miliardi. Senza aiuti, né sostegno, difficilmente riusciranno a superare la crisi imposta dalla chiusura obbligatoria per il Coronavirus”. “A Montecitorio la Lega ha presentato oltre 120 emendamenti al decreto legge 22/2020 sulla 'regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico’ per ottenere contributi per la copertura delle spese sostenute e da sostenere per la riapertura, risorse per l’attivazione dei protocolli di sicurezza necessari per l'inizio del nuovo anno scolastico, contributi per la didattica a distanza, estensione del credito d’imposta per affitti ed utenze, contributi alle rette e totale detrazione fiscale per le rette degli alunni che frequentano asili e scuole paritarie o private”, conclude l’esponente del Carroccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento