menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Decreto Sicurezza: stop ai furbetti con la targhe estere"

Campari (Lega): “Sono pericolosi, rischiano multe salate e la confisca”Campari (Lega): “Sono pericolosi, rischiano multe salate e la confisca”

“Grazie alla Legge Salvini, la pacchia è finita anche per i furbetti della targa estera che non pagavano le multe, eludevano il fisco ed evitavano bollo e assicurazione in Italia. Da oggi,  chi risiede nel nostro Paese da più di 60 giorni non potrà più circolare con un veicolo con targa straniera”, lo spiega Maurizio Campari, senatore parmigiano della Lega.

“Fino a ieri – aggiunge – molti approfittavano della targa estera per commettere ogni tipo di infrazione: dal divieto di sosta a situazioni più pericolose come l’alta velocità o l’assenza di assicurazione. Oltre che un ingiustizia, questo creava un pericolo reale per le persone. Anche qui, la musica è cambiata”.

“Gli stranieri residenti in Italia da più di 60 giorni– prosegue l’esponente del Carroccio – dovranno immatricolare l’auto nel nostro Paese, pena una multa da 712 euro e l’immediata cessazione dalla circolazione del veicolo. Il trasgressore avrà 180 giorni di tempo per mettersi in regola dopo di che, se il veicolo non sarà stato immatricolato in Italia o non sia tornato all’estero con foglio di via, è prevista la confisca”.

“Sono previste eccezioni per situazioni di reale necessità per motivi principalmente lavorativi - conclude Campari  - ma con questa nuova norma il Governo dà un segnale forte contro tutti i furbetti che non pagano assicurazione, bollo auto, revisione e contravvenzioni. Anche per loro l'aria è cambiata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento