menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Bruni

Roberto Bruni

Assessore solo per 24 ore: dopo le polemiche Bruni si dimette

L'architetto Roberto Bruni si è dimesso dopo le polemiche di ieri sul fallimento che aveva coinvolto la sua ex azienda, la Thauma Sas di Collecchio. Il sindaco: "Non ero a conoscenza della vicenda"

"Bruni rinuncia alla nomina di Assessore. A fronte delle polemiche sollevate circa la figura dell’architetto Bruni, lo stesso ha deciso, di comune accordo con il sindaco, di rinunciare alla nomina di Assessore all’urbanistica, per garantire la serena prosecuzione dell’attività politico amministrativa dell’Amministrazione Comunale".

Così, con un laconico flash, l'amministrazione comunica le dimissioni dell'assessore Roberto Bruni a sole 24 ore dalla sua nomina. Un fallimento alle spalle con la sua azienda datata 2006 e una procedura chiusa definitivamente dal Tribunale di Parma meno di un anno fa. A denunciare il passato dell'architetto, 53 anni, una lettera inviata al sito internet della Gazzetta di Parma. "Ma il Sindaco, ha letto bene il curriculum del nuovo assessore all'Urbanistica Bruni? E lui ha fatto presente nel curriculum che ha alle spalle il fallimento della sua Thauma Sas, a causa del quale tante famiglie ancora oggi piangono per aver perduto quanto avevano investito con immensi sacrifici? E' questo il concetto di meritocrazia?".

LA CONFERENZA DI PIZZAROTTI
Il sindaco, in una conferenza convocata stamattina, ha spegato che Bruni si è dimesso per consentire alla Giunta di lavorare in un clima di serenità. Inoltre, Pizzarotti, ha detto che di questo "incidente di percorso (il fallimento dell'azienda di Bruni, ndr.) anche lui ha saputo solo ieri". Tra pochi giorni la nomina del nuovo assessore all'Urbanistica.

NESSUNA DENUNCIA DI ABUSO EDILIZIO PER BRUNI
"In Procura non è stata presentata nessuna denuncia per abuso edilizio nei confronti di Bruni". Così il capo della Procura di Parma Gerardo Laguardia rispondendo alle domande dei cronisti che gli chiedevano 'lumi' sulla vicenda dell'assessore all'Urbanistica del Comune di Parma che ha rassegnato le proprie dimissioni a poche ore dalla nomina in seguito alle polemiche esplose sul web in relazione al fallimento della sua azienda e ad alcuni presunti abusi edilizi, a lui riconducibili, avvenuti nel Comune di Collecchio (Parma). Stando al procuratore, per quello che riguarda gli abusi edilizi nessuno ha mai presentato denuncia ai suoi Uffici e quindi sono state attestate falsamente sulla rete alcune circostanze relative allo stesso Bruni. Il neoassessore nominato dalla giunta del sindaco 'grillino' Federico Pizzarotti si è dimesso dopo che, soprattutto da parte di alcuni sostenitori del Movimento 5 Stelle, erano state rilevate delle incompatibilità tra il ruolo di amministratore pubblico e il fallimento di un'azienda che faceva capo a Bruni e gli abusi edilizi nel territorio del limitrofo Comune di Collecchio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento