Apertura al Pd, la Guarnieri si difende: "Non siamo alleati di nessuno"

La referente di Altra Politica: "Noi oggi abbiamo un nostro percorso, che è quello di creare un'alleanza civico-moderata fatta di forze e di persone che si riconoscano in un progetto condiviso di città"

Maria Teresa Guarnieri

In seguito alla presa di distanza da parte di Sinistra Ecologia e Libertà rispetto alle dichiarazioni di Maria Teresa Guarnieri che aveva salutato con soddisfazione la candidatura di Bernazzoli alle primarie del centrosinistra, la referente di Altra Politica ha dichiarato: "Assisto in questi giorni a una serie di attacchi pesanti da parte di esponenti e forze dello schieramento di centrosinistra, a fronte di una presunta e - a quanto pare per alcuni temibile - alleanza con il PD. Se in un primo momento ho ritenuto di non entrare nel merito di problemi interni a un altro schieramento, ora, a fronte del perdurare di attacchi privi di senso, ritengo doveroso intervenire non solo per me, ma anche per rispetto della dignità del mio movimento e dei miei elettori".

"Credo che sulla linearità del nostro percorso politico amministrativo parlino i fatti. Per quanto mi riguarda - continua la Guarnieri - ho fatto l’amministratrice di questa città per nove anni e ritengo di averlo fatto con rigore e onestà, rendendo Parma una città unanimamente riconosciuta all’avanguardia nei servizi sociali. La Giunta di cui ho fatto parte ha impresso una svolta alla città che è stata giudicata necessaria e positiva dai cittadini. A fronte di logiche che non condividevo, cinque anni fa, ho deciso di fare un percorso autonomo, che mi ha collocato all’opposizione della Giunta Vignali e di ciò che rappresentava, senza se e senza ma, mettendoci la faccia e subendo attacchi anche feroci per la mia posizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non rinnego nulla di ciò che ho fatto e non accetto certo lezioni oggi né da chi paladino dell’ultima ora cerca di cavalcare l’onda politica dell’implosione del centro destra, né da chi è più preoccupato di issare bandiere ideologiche, che di affrontare i problemi della città. Non esiste oggi nessuna alleanza con il PD da parte di Altra Politica Altri Valori, anche se apprezziamo l’apertura del candidato Bernazzoli, del segretario Garbi e di alcune forze dello schieramento, come i socialisti, verso le forze civiche moderate della città, a partire dalla nostra, alla ricerca di un dialogo che possa garantire la governabilità, considerata l’eccezionale gravità della situazione della nostra città. Riconosciamo la serietà di un discorso politico che vuole guardare avanti e non proseguire con il capo rivolto all’indietro".

"Noi oggi abbiamo un nostro percorso - conclude la leader di ApAv - che è quello di creare un’alleanza civico-moderata fatta di forze e di persone che si riconoscano in un progetto condiviso di città e che non ragionino per steccati ideologici, ma nel merito dei problemi e con l’apporto di precise competenze. Se dialogo potrà esserci in futuro con il centrosinistra, dipenderà molto da quali saranno le persone e le logiche che lo guideranno. Con quelle emerse in questi giorni da parte di alcuni non abbiamo  certo nulla a che spartire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento