Elezioni Comunali 2012

Arillo (PdCI): "Dalla parte dei Lavoratori del Comune di Parma"

"L’eventuale ridimensionamento dei 216 lavoratori all'interno del Comune di Parma ad opera del Commissario Ciclosi desta molte perplessità"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L’eventuale ridimensionamento dei 216 lavoratori all'interno del Comune di Parma ad opera del Commissario Ciclosi desta molte perplessità.

Credo che sia ingiusto e dannoso per la comunità, in un’ottica di riduzione delle spese, partire proprio dalle risorse umane. Ancora più grave è che tali decisioni siano state prese in continuità con la passata amministrazione poiché, come è ben noto, ha fallito su tutti i punti di vista e ha creato solamente danni ingenti per la città.

E’ inutile nascondere, come provano a fare gli esponenti della destra cittadina, che la situazione economica lasciataci in eredità è preoccupante; però ritengo che le voci di spesa che devono essere tagliate sono ben altre. Il nostro municipio ad esempio primeggia in regione con 307.643 mila euro per tre mezzi con autista, questa sarebbe un’ottima spesa da cancellare. Altre soluzioni possono venire dalla riduzione massiccia delle esternalizzazioni (dalle consulenze agli appalti per i servizi) in modo da ricollocare, eventualmente, le professionalità già esistenti presso l’amministrazione comunale, riducendo di molto la spesa corrente.

Chiedo pertanto, unendomi a tanti altri, che il Commissario Straordinario si fermi immediatamente. Considerando le imminenti elezioni amministrative, ritengo che tutti i provvedimenti che richiedano, come questi, un percorso lungo di confronto politico e sindacale dovranno necessariamente essere presi da chi sarà chiamato dai cittadini a governare la città.

Enrico Carlo Arillo
Candidato indipendente nelle liste del PdCI al Consiglio Comunale di Parma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arillo (PdCI): "Dalla parte dei Lavoratori del Comune di Parma"

ParmaToday è in caricamento