Ballottaggio, gli altri partiti: il centro destra appoggerà Pizzarotti?

A poco più di una settimana dal confronto finale tra il candidato del Pd e quello del Movimento 5 Stelle le liste prendono posizione: astensione di Parma Bene Comune, Ubaldi sosterrà probabilmente il grillino

Ballottaggio, Pizzarotti con Bernazzoli

Parma al ballottaggio. Il favorito Bernazzoli contro l'emergente Pizzarrotti. Forse nessuno se lo aspettava ma nella giornata di lunedì 7 maggio i numeri hanno parlato chiaro: il candidato sindaco del Pd, attuale presidente della Provincia, con alle spalle una lunga esperienza amministrativa, si confronterà con Federico Pizzarrotti, ingegnere informatico, candidato del Movimento 5 Stelle, che sta muovendo i primi passi in politica. Un ballottaggio strano che ha attirato e attirerà su Parma le attenzioni di tutta Italia. Il nodo da sciogliere restano le liste che sostenevano gli altri otto candidati a sindaco. I primi a comunicare pubblicamente la loro posizione sono stati i rappresentanti delle liste Parma Bene Comune e Rifondazione Comunista, che hanno sostenuto la candidato sindaco Roberta Roberti: non daranno indicazioni per il voto al ballottaggio. Hanno deciso di non scegliere tra Bernazzoli e Pizzarotti. Troppe distanze nei programmi e nelle parole d'ordine con il candidato del Movimento 5 Stelle.

Elvio Ubaldi ha comunicato che il suo entourage sta valutando l'ipotesi di schierarsi a favore del candidato del Movimento 5 Stelle, probabilmente in funzione anti Bernazzoli. Se tutti gli elettori di Ubaldi, che rappresentato più del 16%, dovessero votare Pizzarrotti, per il grillino sarebbe un aiuto considerevole. Anche il Partito Comunista dei Lavoratori che ha sostenuto Liliana Spaggiari come candidata sindaco ha deciso di non dare indicazioni di voto. Roberto Ghiretti e Parma Unita prendono tempo e non comunica, per ora, nessun appoggio ufficiale a uno dei due candidati. Sembra difficile però che potrà sostenere Vincenzo Bernazzoli, visto che si è presentato come candidato sindaco in diretta concorrenza al presidente della Provincia.

La stessa cosa vale per Paolo Buzzi, candidato per il Pdl. I due candidati, se deciseranno di schierasi, probabilmente lo faranno a favore di Federico Pizzarotti. Ma Luigi Villani ha annunciato che gli elettori del Pdl potranno votare secondo coscienza. La posizione ufficiale del partito verrà comunicata solo dopo il coordinamento. La direzione provinciale de La Destra ha comunicato che non prenderà posizione per il ballottaggio: "riteniamo di non esprimere alcuna indicazione di voto in vista del ballottaggio. Lasceremo quindi che la coscienza individuale di ciascun militante ed elettore orienti liberamente la propria scelta per il bene della città". La lista che ha sostenuto Wally Bonvicini è ancora indecisa. All'appello manca anche la Lega Nord che ha sostenuto Andrea Zorandi come candidato sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CASAPOUND NON STA CON NESSUNO
Al ballottaggio per l'elezione del nuovo sindaco di Parma, la sezione Casa Pound Italia non appoggerà il candidato del Movimento Cinque Stelle, Federico Pizzarotti. Lo garantisce, in una nota, la sezione emiliano romagnola dell'associazione. "Leggiamo in questi giorni i sostenitori di Bernazzoli", candidato sindaco del centrosinistra, "insinuare che CasaPound appoggerebbe il Movimento 5 stelle e che quest'ultimo diverrebbe quindi un partito d'ispirazione fascista da non votare. Dopo averci accostato a La Destra durante la campagna elettorale ora coloro che non hanno idee, né programmi con i quali affrontare l'avversario politico cercano di utilizzare il nostro nome come arma per screditare il movimento 5 stelle. Purtroppo per loro - continua la nota - noi non appoggiamo nessuno", lasciando, sul voto, libertà di coscienza. "La realtà - chiosa Casa Pound Italia - è che il Partito Democratico, già screditatosi da solo a livello locale con l'attuale candidato sindaco e a livello nazionale sostenendo le leggi da macelleria sociale promosse dal governo 'tecnico' di Mario Monti, ha bisogno di questi spauracchi per ricompattare una base elettorale oramai priva di fiducia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento