Barbieri (Parma Unita): “Passiamo dalla Movida alla Mi Vida”

Barbara Barbieri, candidata al consiglio comunale per la lista Parma Unita, cantante di professione, propone di incentivare tutto ciò che ruota intorno alla cultura e all’arte, come alternativa alla movida notturna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Passiamo dalla movida alla Mi Vida. Bisogna offrire più opportunità ai giovani, alternative alla movida che non può essere l’unico modello proposto. Siamo nella città della cultura, è necessario ripartire proprio da qui”.

Barbara Barbieri, candidata al consiglio comunale per la lista Parma Unita, cantante di professione, propone di incentivare tutto ciò che ruota intorno alla cultura e all’arte, come alternativa alla movida notturna: “La musica è un’attività aggregativa che prescinde da qualsiasi differenza anagrafica e sociale. Dobbiamo offrire ai giovani la possibilità di suonare e cantare a prezzi contenuti. Penso ad esempio alle sale prove professionali, dove per due ore bisogna pagare circa 30 euro. Iniziamo a utilizzare spazi comunali convenzionati in modo da far pagare ai giovani tra 16 e 23 anni solo le spese che l’uso di queste strutture comporta.”

La Barbieri si sofferma poi sul progetto Caramelle: “Abbiamo coinvolto quattro istituti, affrontando i temi delle dipendenze e del disagio giovanile, cercando di trovare soluzioni attraverso la musica. Abbiamo ottenuto risultati sbalorditivi: attenzione, coinvolgimento, dialogo, confronto, condivisione da parte di tutti ragazzi. Se diamo alternative ai nostri giovani, il fenomeno Movida si sgonfia da solo”.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento