Buzzi (Pdl) scrive al prefetto: "Ciclosi lento, candidature a rischio"

Secondo il coordinatore pidiellino il commissario straordinario non sta agevolando la raccolta delle sottoscrizioni per la presentazione delle candidature il cui termine perentorio scade tra poche settimane

Paolo Buzzi

Nuovo strappo tra il Pdl di Parma e il commissario straordinario del Comune Mario Ciclosi. Il coordinatore provinciale azzurro Paolo Buzzi ha preso oggi carta e penna rivolgendosi direttamente al prefetto Luigi Viana affinche' intervenga sul vertice dell'amministrazione comunale. Il motivo? Ciclosi con il suo  comportamento starebbe mettendo a rischio, secondo Buzzi, la concreta possibilita' per alcune liste di riuscire a presentare in tempo le firme richieste per la candidatura dei propri rappresentanti. "Pare infatti- dice Buzzi- che il commissario prefettizio non sia abbastanza risoluto nel volere agevolare la raccolta delle sottoscrizioni per la presentazione delle candidature il cui termine perentorio scade tra poche settimane".

Risulta "che egli, in qualita' di vertice dell'amministrazione comunale, non abbia ancora autorizzato i funzionari del Comune ad autenticare le sottoscrizioni, ma abbia manifestato solo l'intenzione di emettere un bando per i dipendenti, escludendo fin da subito che i dipendenti che saranno autorizzati al termine della procedura potranno autenticare al di fuori dell'orario e della sede di lavoro". Cio' per il coordinatore azzurro "creerebbe una complicazione burocratica non da poco. Infatti, i tempi per lo svolgimento del bando annunciato dal commissario, restringerebbero di molto il periodo utile nel quale i funzionari autorizzati potranno validamente autenticare, mentre l'impossibilita' per gli stessi di esercitare tale funzione autenticatoria fuori della sede e dell'orario di lavoro, gli impedira' di partecipare a banchetti o a riunioni appositamente organizzate per agevolare la valida raccolta delle sottoscrizioni necessari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A farne le spese, sarebbero soprattutto "quei movimenti o partiti che non hanno rappresentanti in Giunta e Consiglio provinciale, i cui membri sono le uniche cariche istituzionali elettive, essendo escluse quelle del Comune di parma con il commissariamento, che potranno validamente autenticare le sottoscrizioni dei cittadini di parma in ogni luogo ed in ogni orario". Questo, precisa il coordinatore, "non e' il caso del Pdl che ha diversi rappresentanti in quella istituzione", ma non di meno Buzzi chiede al prefetto di intervenire sul commissario "perche' possa rimuovere ogni ostacolo alla espressione piu' compiuta possibile della rappresentanza democratica nel Comune di parma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento