Comunali, nervi tesi a sinistra di Bernazzoli: Spaggiari contro Roberti

Scintille nella campagna elettorale della sinistra alternativa: è polemica tra la candidata di Parma Bene Comune accusata dalla candidata del Pcl di aprire la coalizione a chi sostiene "il governo dei banchieri"

Liliana Spaggiari, candidata sindaco del Pcl

Prime scintille in campagna elettorale a sinistra di Bernazzoli: è aperta polemica tra Roberta Roberti e Liliana Spaggiari. Due candidate 'fresche', alla prima prova elettorale, entrambe alternative allo schieramento di centro sinistra che vede come candidato il presidente della Provincia. La prima si presenta come candidata per la lista Parma Bene Comune, nata dalle proteste sotto i Portici del Grano contro lo scandalo corruzione che investì la giunta l'estate scorsa, la seconda per il Partito Comunista dei Lavoratori, che pur a quelle proteste ha partecipato attivamente in tutte le mobilitazioni che hanno portato alle dimissioni di Vignali. A scatenare tutto un comunicato del 27 febbraio di Parma Bene Comune, firmato anche da Rifondazione Comunista che sostiene la Roberti, che apre al dialogo con Sinistra Ecologia e Libertà:

"Accogliamo con grande piacere la dichiarazione, apparsa sulla stampa locale oggi, della segretaria provinciale di SEL Federica Barbacini, in merito ai numerosi punti di intesa che esistono con la coalizione guidata da Roberta Roberti, in termini di obiettivi e di programma per il governo della città. Siamo sempre stati assolutamente favorevoli alla ricerca di contatti e di un dialogo con tutti i partiti, gruppi e movimenti di Parma che si collocano nell’area della sinistra".

La presa di posizione di Liliana Spaggiari e del Pcl che stigmatizza la posizione della Roberti è stata lapidaria, arrivando a parlare di "spettacolo osceno" riferendosi alla serata di presentazione della candidata Roberta Roberti. "Abbiamo letto la lettera della candidata Roberti con un misto di ilarità e commiserazione- si legge nel comunicato del Pcl. Da un lato infatti questo smarrito e confuso Cartello Elettorale si dichiara contro il pagamento del Debito, dall’altro trova naturale ed auspicabile il dialogo con quelle forze che loro dichiarano di Sinistra (Sel?IdV? Ma davvero???) che sostengono un Governo (Monti) dei Banchieri. Abbiamo guardato con una certa nausea lo spettacolo osceno offerto in occasione della presentazione della signora Roberti". La campagna elettorale è ancora lunga e le polemiche, anche a sinistra, non mancheranno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento