Pizzarotti (5 stelle): "Reintrodurre l'educazione civica"

Nota del candidato sindaco del movimento 5 stelle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Interviene il candidato Sindaco, Federico Pizzarotti, «proponiamo l’ampliamento dei momenti destinati all'educazione civica nell'ambito scolastico, attraverso l’introduzione di corsi di educazione e formazione del buon cittadino, in convenzione con il provveditorato agli studi. Corsi integrati con attività concrete sul territorio di appartenenza (quartieri).»

«Tali spazi educativi dovranno avere la fi­nalità di abituare il bambino alla vita di comunità, introducendolo ai vari temi di rilevanza civile, come il rispetto dell'ambiente, la sana alimentazione, la tolleranza reciproca e la lotta ai fenomeni di bullismo. Promozione del rapporto con le istituzioni e della partecipazione alla discussione politica educando i giovani a interessarsi della cosa pubblica, coinvolgendo periodicamente le classi nei consigli comunali, chiedendo loro di elaborare richieste, che verranno poi discusse dal consiglio stesso. Organizzazione ad intervalli regolari di una consultazione generale dei giovani della città per chiedere a loro quali sono le esigenze, le necessità e le priorità della città», aggiunge la candidata al Consiglio comunale, Barbara Cacciatore.

«Pensiamo alla realizzazione e pubblicizzazione di punti di aggregazione di quartiere per favorire lo stare insieme, anche attraverso l’utilizzo dei locali dei Quartieri, la cui funzione istituzionale è stata di recente interrotta da leggi nazionali. Creazione di un sito comunale per il baratto e la donazione di oggetti di seconda mano e di spazi fisici a supporto di tali attività nei quartieri. Organizzazione di centri pubblici per i giovani, destinando locali comunali in disuso ad attività artistiche, musicali, creative e culturali», aggiunge la candidata al Consiglio comunale, Nicoletta Paci.

«Incentivare l'associazionismo per la raccolta delle eccedenze di cibo dalle mense aziendali e scolastiche per rifornire gratuitamente mense per persone e famiglie bisognose. Aumentare il sostegno alle attività socialmente utili ed all'associazionismo senza ­fini di lucro. Promozione della banca del tempo comunale, alla quale attingere anche come forma di supporto del Comune alle famiglie nella ricerca e gestione della figura professionale di badante e nell'assistenza domiciliare nei casi più difficili», conclude il candidato Sindaco, Pizzarotti.

 
I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento