L'Italia dei Valori sulla sicurezza

"La politica della sicurezza della scorsa amministrazione ha chiaramente fallito - afferma perentorio Andrea Casale, candidato alla carica di consigliere comunale per l'Italia dei Valori di Parma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

"La politica della sicurezza della scorsa amministrazione ha chiaramente fallito - afferma perentorio Andrea Casale, candidato alla carica di consigliere comunale per l'Italia dei Valori di Parma- Posti della convivialità parmigiana come Piazza della Pace continuano ad essere teatro di spaccio di droga e di risse che vedono protagonisti cittadini sia italiani che stranieri. L'impiego dell'esercito nella nostra città non è servito assolutamente a nulla se non a fare una politica di marketing rivolta all'apparenza più che alla sicurezza. Ma com'è possibile che con le forze dell'ordine a 100 o 200 metri sotto il Palazzo della Pilotta s'incontrano ancora loschi figuri che propongono di venderti qualunque tipo di sostanza? Come esponente dell'Italia dei Valori esprimo rispetto ai membri delle Forze dell'Ordine, ai quali non rivolgo critiche dirette, ma critico chi ha scelto di impiegarli in modo così inefficace in città. La politica della sicurezza deve essere rivista sotto alcuni punti; occorre rendere centrale la figura dei vigili di quartiere e delle pattuglie in motocicletta, specialmente nelle ore diurne e in tutti i quartieri della città, con particolare riferimento alle così dette zone a rischio come Via Trento, Via Palermo, Quartiere Montanare, Cinghio. E' utile aumentare quantitativamente (oltre che qualitativamente) il numero di membri delle forze dell'ordine e rivedere il metodo di turnazione, affinchè non ci siano periodi o zone scoperte. Oggi purtroppo gli spacciatori in pilotta, avendo preso le misure sui tempi di presenza della polizia municipale, proliferano la loro attività anzichè sentirsi dissuasi a continuare. Questa criticità dovrà essere affrontata subito dal nuovo Esecutivo non appena entrato in carica. Infine - continua Casale - la scorsa giunta ha creato all'interno delle Forze dell'Ordine dei corpi speciali, come ad esempio quello contro la violenza sulle donne. Non tutti sanno però che questi corpi speciali sono stati creati senza la benché minima organizzazione e le persone deputate al nuovo ruolo non hanno avuto alcun tipo di formazione a riguardo. Quindi bisogna avviare dei corsi di formazione rivolti ai quei membri delle forze dell'ordine che vengono chiamati a ricoprire incarichi speciali"

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento