Centro Islamico, Spaggiari contro Bocchi

La replica della candidata del Pcl alle parole del candidato de La Destra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Liliana Spaggiari, ed il Partito Comunista dei Lavoratori di Parma intendono esprimere Solidarietà e Affetto ai fratelli fedeli Musulmani della nostra città. Il Candidato Bocchi ci pare non abbia perso l'occasione per fare sfoggio di un'Ignoranza Enciclopedica. Ci stiamo naturalmente riferendo alla nota che ha diffuso in merito al Centro Islamico (e non Moschea), che in questi giorni potrebbe trovare una nuova collocazione. Se il Signor Bocchi avesse usato il tempo in modo più proficuo rispetto al lanciare navigatori fuori dai finestrini, o allo spiare dai buchi delle serrature dei Centri Massaggi, avrebbe potuto forse partecipare ad una delle molte Giornate del Dialogo Interreligioso che anche il Centro Islamico contribuisce ad organizzare, e che sovente ha ospitato. Noi lo abbiamo fatto, e sono state immancabilmente esperienze stupende. Se lo avesse fatto si sarebbe potuto accorgere degli oltre 500 libri donati dai fedeli alla Cittadinanza di Parma, catalogati e inseriti nella rete bibliotecaria della nostra città. Se lo avesse fatto avrebbe potuto notare i legami che uniscono l'Imam Imad e Farid agli altri rappresentanti religiosi, sentimenti che vanno dalla simpatia e stima fino al vero e proprio affetto. Se lo avesse fatto avrebbe potuto osservare il responsabile della Comunità Ebraica seduto al fianco di Farid a scambiare, sorridenti, quattro chiacchiere su questo o quel tema.. Se lo avesse fatto avrebbe goduto dell'ospitalità del Centro, nel quale i Fedeli si fanno letteralmente in quattro per farti sentire la loro ospitalità, il loro affetto, e la loro gioia nell'averti vicino. Se lo avesse fatto avrebbe potuto assistere ad uno a caso dei molti Corsi di Lingua Italiana per Stranieri, e di Lingua Araba per Italiani, organizzati sia per Adulti, che per Bambini. Ed anche il Corso Base di Informatica. Se lo avesse fatto avrebbe potuto forse trovare interessante che qualunque attività citata sopra fosse totalmente gratuita (e chi scrive ne ha potuto fruire in prima persona). Se lo avesse fatto avrebbe potuto osservare che inoltre, e sempre in modo del tutto gratuito, il Centro Islamico si è dotato di un magazzino in cui contenere oggetti ed indumenti da mettere a disposizione dei Fratelli più fragili e meno fortunati. Se lo avesse fatto, in quelle Giornate, avrebbe potuto scorgere (tra la folla) anche qualche rappresentante della nostra Questura, visto che il Centro Islamico ricopre un importante ruolo di mediazione culturale in molte situazioni differenti. Perché richiamare un uomo solo ai valori dell'Islam significa ricordargli che ubriacarsi non è una soluzione ai problemi, ricordargli che non è abbandonato a sé stesso, ma parte di una Collettività. Ricordargli il rispetto che deve a sé stesso ed agli altri. E questa carezza morale, che i fedeli musulmani dedicano ai propri connazionali più confusi e fragili, è preziosa e utile a chi, nella nostra città, provvede alla Pubblica Sicurezza. Un discorso analogo si può fare anche per altre Associazioni arabe sul territorio cittadino, come l'Associazione Verdi di Viale Gramsci, numericamente meno importante, ma dalle attività similari ed ugualmente meritorie. E ce ne sarebbero anche altre. Ma se non conosce quelle maggiori, figuriamoci le minori! Il Candidato Bocchi ha preferito non conoscere queste cose, e parlare ugualmente di questi temi. Noi del Partito Comunista dei Lavoratori riteniamo che la sua forma mentis, quella che l'ha portato ad esprimersi in quei termini e quindi di tentare di fomentare la xenofobia con delle patetiche mire elettoralistiche, racconti molto della sua pochezza umana, ancor più che dell'idea politica che sostiene. Ah, Signor Bocchi...duole ricordarle che l'atto principale del Sommo Pontefice all'indomani dell' 11 Settembre, che lei cita, è consistito nel recarsi nella Moschea degli Omayyadi di Damasco (Siria), e parlare di dialogo interreligioso e di affetto per i Fratelli dell'Islam. E sempre richiamandosi ad un'altra figura componente quelle radici culturali cristiane cui lei fa cenno, le facciamo presente che se l'obbedienza non è più una virtù, figuriamoci l'ignoranza! E la sua, ci creda, ha qualcosa di osceno e incivile: si ritiri in silenziosi studi, e si riaffacci alla ribalta politica quando potrà parlare di almeno un argomento senza fare di queste figure miserabili! Studi, Candidato Bocchi, studi! E un'ultima cosa... ci creda: qui non c'entra molto essere di Destra o di Sinistra...qui si ha a che fare con l'Essere Umani. Ci chiediamo il perchè questo gruppo di persone, di fede islamica, sia cosi tremendamente sola di fronte agli attacchi arrivati in questi anni dalla Lega, ed ora dalla Destra. E chiediamo agli altri Candidati: che cos'è la Politica, se non schierarsi dalla parte del più debole e del più indifeso? Se non vi muove questa spinta interiore, se non sentite di dover prendere posizione...lasciate stare: siamo certi che la Città possa fare ampiamente a meno di voi. Il silenzio è complice, signori: prendete posizione, prego!

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento