Parma Bene Comune: "Laicità principio fondamentale"

Parma Bene Comune partecipa a queste giornate con la convinzione che la laicità debba essere un principio fondamentale di comportamento e di governo da parte delle istituzioni pubbliche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Tra il 10 e il 24 aprile hanno luogo a Parma le Giornate della laicità, organizzate dalla Consulta per la laicità delle istituzioni. Una manifestazione che comprende la proiezione di cinque film e una conferenza dello scienziato Edoardo Boncinelli (11 aprile, alle 17.30 nell’Aula dei Filosofi dell’Università di Parma) per la presentazione del suo ultimo libro La scienza non ha bisogno di Dio.

 Parma Bene Comune partecipa a queste giornate con la convinzione che la laicità debba essere un principio fondamentale di comportamento e di governo da parte delle istituzioni pubbliche. Infatti, la compresenza, nella comunità nazionale, di persone e gruppi diversi per ragioni etniche, linguistiche, culturali, religiose, ideologiche esige che le istituzioni politiche e le leggi da queste emanate garantiscano la libertà e i diritti di ciascun individuo o gruppo sociale, e creino uno spazio di convivenza civile comune a tutti i cittadini dove siano garantiti il rispetto reciproco, la libera espressione e il libero confronto di idee, valori, professioni di fede, concezioni del mondo, al di fuori di qualsiasi prevaricazione o imposizione.

 *      L’atteggiamento laico rifiuta ogni tipo di visioni dogmatiche, assolute del mondo, che siano fondate sulla religione, su una ideologia, sulla natura concepita come principio di ordine morale, mentre si basa piuttosto sui valori del pluralismo, della libertà, della tolleranza,  dell’approccio critico rispetto a qualsiasi concezione politica o morale, della progettualità come elaborazione autonoma delle persone rispetto all’orientamento da dare alla propria vita.

*      Perciò l’atteggiamento laico implica che le istituzioni pubbliche rinuncino ad applicare alla sfera pubblica collettiva principi di verità assoluti, dogmatici, religiosi da qualsiasi parte provengano, tesi a limitare le libertà di opinione, di fede, di azione degli altri.  La laicità, antitesi del dogmatismo, delle verità assolute, profondamente rispettosa dei diritti di ogni essere umano, è quell’attitudine di fondo che garantisce ad ognuno la libera ricerca delle proprie verità e che promuove attraverso il rispetto delle convinzioni di tutti, una convivenza pacifica, dialogante e collaborativa.

 Sono esattamente questi i valori, i principi, le idee che, come Parma Bene Comune, vogliamo promuovere nella nostra città; ed è in questo spirito di apertura verso tutti, di dialogo, di collaborazione e di convivenza pacifica che intendiamo partecipare alle Giornate della laicità.

Dobbiamo, tuttavia, amaramente segnalare che né la Provincia né il Comune di Parma hanno inteso patrocinare un evento di tale importanza civica e politica. Se, come scriveva Walt Whitman, la politica è «poesia pubblica», le istituzioni pubbliche locali hanno perso una grande occasione per scrivere pochi ma significativi versi di quel «nuovo libro» - Giorgio Pagliari docet - che tutti noi, come esponenti di Parma Bene Comune, come cittadini e come persone, auspichiamo ci sia dato di leggere.

Ufficio stampa di Parma Bene Comune

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento