L’UNITA’ DELLA SINISTRA PER IL GOVERNO DI PARMA

Comunicato congiunto di Parma Bene Comune e Partito della Rifonzazione Comunista di Parma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Accogliamo con grande piacere la dichiarazione, apparsa sulla stampa locale oggi,  della segretaria provinciale di SEL  Federica Barbacini, in merito ai numerosi punti di intesa che esistono con la coalizione guidata da Roberta Roberti,  in termini di obiettivi e di programma per il governo della città. 

Siamo sempre stati assolutamente favorevoli  alla ricerca di contatti e di un dialogo con tutti i partiti, gruppi e movimenti di Parma che si collocano nell’area della sinistra. E siamo convinti che solo presentandoci uniti, con una forte coalizione di sinistra, si potranno sconfiggere le forze di centro-destra che hanno governato in questi ultimi 13 anni la nostra città e che hanno prodotto il disastro economico, le inchieste giudiziarie, gli arresti e il successivo commissariamento del nostro Comune.

Come ripetiamo  dallo scorso ottobre, siamo totalmente disponibili ad allargare la coalizione a tutte le altre realtà politiche che condividano un programma di reale alternativa per il governo della città.

 Infatti, dallo scorso ottobre stiamo cercando insistentemente questo dialogo. Per questo restiamo sconcertati e rattristati dal fatto che proprio da partiti che abbiamo più volte  contattato per un progetto comune (e che dovrebbero rendersi conto dell'impossibilità di costruire un'alternativa  di sinistra con Bernazzoli) ora venga l'accusa di voler dividere l’elettorato di sinistra o, ancor peggio, di non volersi impegnare in una pratica di governo.

Afferma la Roberti nella sua “Lettera aperta alla mia citta”: “..Ancora non rinuncio a sperare che ciò possa verificarsi: la disponibilità al dialogo, da parte mia e di Parma Bene Comune, è assoluta, tanto che saremmo pronti a rinunciare al nostro candidato sindaco in caso dovesse verificarsi un’ampia convergenza di forze su un programma politico condiviso e si dovesse optare per una diversa candidatura.

Non abbiamo mai inteso l’azione politica come protagonismo personalistico.

Per questo ribadiamo la nostra piena volontà di fungere da stimolo per il realizzarsi di un fronte ampio e unitario dell’alternativa per Parma.”

Parma Bene Comune

Partito della Rifondazione Comunista

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento