Ex presidenti e consiglieri di quartiere contro Ubaldi

“Da Sindaco ha tolto dignità ai quartieri. Ora copia da Bernazzoli”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Ubaldi da sindaco ha tolto ruolo e dignità ai consigli di quartiere. Ora sconfessa se stesso e lancia una proposta copiandola da Vincenzo Bernazzoli”.

Luigi Gandolfi, ex presidente del quartiere Golese, Ferdinando Orlandi, ex presidente del quartiere Montanara, Ermes Gandolfi, ex presidente del quartiere San Lazzaro ed ex consigliere del Lubiana, Umberto Raggi, ex consigliere dell’Oltretorrente, Paola Dall’Orto, ex consigliere del quartiere San Lazzaro, e Maristella Tassi, ex consigliere del Pablo attaccano Elvio Ubaldi sulla proposta delle “case di quartiere”. “Ubaldi negli anni passati ha ucciso il decentramento cittadino – affermano – imbavagliandolo e svuotandolo di ogni potere. Al contrario, sono mesi che Vincenzo Bernazzoli propone una nuova stagione di coinvolgimento e partecipazione attraverso il rilancio dei quartieri e delle loro funzioni.

Una nuova stagione che sarà contraddistinta dalla capacità di ascoltare i bisogni dei cittadini per tradurli in opere e investimenti concreti sul sociale, la sicurezza e in primis sul volontariato.

Ecco perché Bernazzoli ha parlato di ricostituire i “parlamentini” di quartiere – coinvolgendo il più possibile la società civile –, mettendo loro a disposizione le sedi delle ex circoscrizioni e favorendo un incontro periodico e frequente col primo cittadino e l’Amministrazione comunale.

Ubaldi, invece, fa il sordo e copia a mani basse, dimenticandosi di dire che fu proprio lui a rendere meno sicuri i quartieri togliendo i vigili urbani dalle sedi di alcune circoscrizioni – guarda caso, questo è uno dei servizi lanciati da Bernazzoli –. Soprattutto, Ubaldi dovrebbe riflettere sul fatto che nei suoi 9 anni da sindaco non ha migliorato la vita dei quartieri, riducendoli a contenitori vuoti, con funzioni e dotazioni minime, nemmeno sufficienti per il patrocinio di qualche iniziativa o manifestazione promossa dalla rete del volontariato”.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento