Bernardini (Pdci): "Iren, no alla riduzione della distribuzione degli utili"

Nota del candidato consigliere per la lista dei Comunisti Italiani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Per i Comuni si prospetta una stagione di pesanti difficoltà. Ai vincoli sempre più stringenti del patto di stabilità e ai sempre più ridotti trasferimenti statali e regionali quest' anno si associa la preoccupante e non condivisibile deliberazione con la quale il Consiglio di Amministrazione di Iren SpA ha deciso la drastica riduzione della distribuzione degli utili. Infatti il valore delle cedole in distribuzione ai soci per il corrente anno equivarrà ad un settimo rispetto a quello riconosciuto l 'anno precedente. Il dato è allarmante per le negative conseguenze che inevitabilmente incideranno sulle capacità di investimenti e di erogazione dei servizi essenziali e obbligatori, ma anche perché potrebbe costituire campanello d'allarme per il futuro della Società che non appare più così roseo come era stato presentato quando si trattava di decidere l'ingresso in Iren SpA. Mentre i Sindaci dei Comuni della provincia di Reggio Emilia assumono condivisa forte posizione critica avverso la deliberazione di Iren e chiedono la rideterminazione in aumento del valore delle cedole in distribuzione ai soci indicandone le possibili modalità operative nel territorio parmense prospera un non condivisibile silenzio. Quale candidato consigliere del Comune di Parma per il PDCI sento il dovere di portare all'attenzione delle Elettrici e degli Elettori la inaccettabile decisione del CdA di Iren e di sollecitare i candidati Sindaco a rompere quel silenzio che, sul tema, ha finora caratterizzato la loro campagna elettorale e, nell'interesse della nostra Comunità, a sollecitare Iren a rivedere in aumento la decisione assunta.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento