Ghiretti (Parma Unita): "Istituiremo un'agenzia per il lavoro"

Nota del candidato sindaco per Parma Unita

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Istituiremo un’Agenzia per il lavoro, la formazione e l’innovazione al nuovo Duc. Sarà un ufficio che collaborerà con le associazioni di categoria, Camera di Commercio, Università, Upi, Banche e Fondazioni. Dopo il ridimensionamento delle Province, tali competenze devono passare al Comune: la città non può perderle a favore della Regione o peggio dello Stato, che sono troppo lontani dai cittadini”. Roberto Ghiretti illustra i provvedimenti da adottare a fronte del ruolo limitato che avranno le Province: “Siamo nell’epicentro della crisi, credo che ne avremo ancora per un paio d’anni. Si deve affrontare l’emergenza lavorativa e occupazionale con decisione, perché non è stato fatto ancora abbastanza. Continuo poi a trovare incredibile e inspiegabile che in un momento delicato come questo ci sia un presidente della Provincia pagato lautamente dai cittadini che sta spendendo tempo e non poche risorse per fare campagna elettorale. E che non dice cosa farà in caso di elezione. Sta venendo meno ai suoi doveri, proprio quando il problema del lavoro e del rilancio dell’economia dovrebbero essere la priorità assoluta di un amministratore pubblico”. “Nel giro di pochi anni, tutte le province italiane cesseranno di essere istituzioni elettive, verranno drasticamente ridimensionate e saranno riassegnate le loro principali funzioni – aggiunge Ghiretti -. E’ un passo avanti importante nello snellimento dell’apparato pubblico e nella riduzione dei costi della politica. Dobbiamo però salvaguardare quelle funzioni di prossimità al territorio. Tra queste, fondamentali in questo momento di difficoltà economica delle famiglie e delle imprese, sono le deleghe sul lavoro, l’occupazione e la formazione. Le risorse e le competenze in materia devono rimanere sul territorio, anzi devono avvicinarsi ancora di più ai cittadini. E’ al Comune che devono essere attribuite queste competenze: per questo istituiremo al nuovo Duc un’Agenzia per lavoro, formazione e innovazione. Sarà un luogo dove costruire una strategia integrata tra i diversi momenti del mercato economico e del lavoro; crediamo che si debba superare una visione novecentesca dell’economia: imprese e lavoratori, infatti, sono dalla stessa parte, gli interessi di entrambi sono tutelati quando l’economia è sana. Ed è antiquato separare problemi che invece sono intrecciati: la difesa dell’occupazione e l’innovazione, la qualità del lavoro e il miglioramento dei saperi professionali. Gli occhi sono due: un occhio alle imprese e uno al lavoro. Ma lo sguardo si fa insieme”. I primi obiettivi dell’Agenzia saranno “sviluppare nuove politiche per l’occupazione, il sostegno all’economia, la crescita delle competenze e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali – sottolinea Ghiretti -. Partiremo dall’allargare il pluralismo della formazione, dall’implementare il ruolo del Comune nei tavoli istituzionali sulle crisi aziendali, dalla sperimentazione di nuovi strumenti e luoghi per il mercato del lavoro, dalla programmazione di appuntamenti di analisi e approfondimento della situazione economica del territorio”.

 
I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento