Ghiretti (Parma Unita): "Scegliete la nostra lista per avere onestà e competenza"

Appello al voto del candidato sindaco per Parma Unita

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Adesso Parma deve prendere una decisione molto importante. Paolo Borsellino diceva: ‘Il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con una matita in mano. Quella matita è più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara, più affilata di un coltello’. Quindi invito i parmigiani ad andare a votare”. Roberto Ghiretti, candidato sindaco di Parma Unita, conclude la propria campagna con un appello al voto: “Ci dicono che la scelta che ci aspetta, amara e sconsolante, sia tra la continuità con un passato che ha fallito, e che tuttavia pervicacemente non vuole riconoscere gli errori commessi, e la restaurazione del potere dei partiti, l'abbraccio soffocante degli apparati e dei poteri forti – dice Ghiretti -. Ma noi non possiamo rassegnarci a questa falsa contrapposizione, a questa falsa scelta: perché è evidente, se ci pensiamo anche solo un momento, che Bernazzoli e Ubaldi sono il passato, sono coloro che insieme hanno governato la città e compiuto tutte le scelte discutibili che oggi paghiamo. Sono due rappresentanti della politica come professione e come gestione del potere”. “È quello di cui Parma ha bisogno? È quello che vogliamo da una politica nuova? Sono convinto di no – afferma Ghiretti -. Ma un'altrenativa c'è. Parma può cambiare. Con coraggio. Con orgoglio. Scegliendo con la propria testa. Senza farsi imboccare da chi crede di avere già deciso chi sarà il prossimo sindaco e magari che cosa dovrà fare, e come, e con chi. Scelgono i cittadini. Scegliamo noi. Noi abbiamo fatto tanta strada in questi mesi. In mezzo alla gente. Ascoltando i bisogni e confrontandoci. Infine, le priorità da affrontare una volta diventato Sindaco: “Chiudere i cantieri, pagare le imprese, risanare il debito e le partecipate – spiega -. Investire nei quartieri: qualità urbana, manutenzione e sicurezza. Rafforzare la comunità: famiglie, anziani, casa. Scommettere sui giovani: nuovi imprenditori, creatività responsabile e volontariato. Attenzione all’ambiente: riuso e riqualificazione della città, traffico e raccolta differenziata. Infine, ma non meno importante, dare vita ad un’amministrazione onesta, trasparente e leggera, che non alza le tariffe e abbassa le tasse”. Poi c’è il modo di fare politica dimostrato in questi mesi: “Un approccio diverso da quello offerto dagli altri – sottolinea Ghiretti -. Basato sull’ascolto e la capacità di decidere con, invece che al posto dei cittadini. Fatto di trasparenza: zero partiti, zero finanziamenti pubblici, ma tanto impegno di cittadini normali che ci mettono la faccia, l'energia e l'intelligenza e che contribuiscono in maniera trasparente. Dove c’è competenza invece dell’appartenenza: persone che non cercano poltrone o potere, che non hanno padroni, ma che sanno mettere il bene della città davanti a tutto. Da questi valori e da queste idee, Parma può ripartire. Può anzi imboccare una strada nuova che non ci riporti al punto di partenza, alla città grigia dei burocrati e dei notabili, o alla città grigia di cemento e cantieri inutili. Cosa c'è in fondo a questa strada lo sappiamo già, e non ci piace. Cambiamo strada. Un'alternativa c'è. Si chiama Parma Unita. Siamo noi”.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento