Elezioni Comunali 2012

Ghiretti (Parma Unita): "Scegliete la nostra lista per avere onestà e competenza"

Appello al voto del candidato sindaco per Parma Unita

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Adesso Parma deve prendere una decisione molto importante. Paolo Borsellino diceva: ‘Il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con una matita in mano. Quella matita è più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara, più affilata di un coltello’. Quindi invito i parmigiani ad andare a votare”. Roberto Ghiretti, candidato sindaco di Parma Unita, conclude la propria campagna con un appello al voto: “Ci dicono che la scelta che ci aspetta, amara e sconsolante, sia tra la continuità con un passato che ha fallito, e che tuttavia pervicacemente non vuole riconoscere gli errori commessi, e la restaurazione del potere dei partiti, l'abbraccio soffocante degli apparati e dei poteri forti – dice Ghiretti -. Ma noi non possiamo rassegnarci a questa falsa contrapposizione, a questa falsa scelta: perché è evidente, se ci pensiamo anche solo un momento, che Bernazzoli e Ubaldi sono il passato, sono coloro che insieme hanno governato la città e compiuto tutte le scelte discutibili che oggi paghiamo. Sono due rappresentanti della politica come professione e come gestione del potere”. “È quello di cui Parma ha bisogno? È quello che vogliamo da una politica nuova? Sono convinto di no – afferma Ghiretti -. Ma un'altrenativa c'è. Parma può cambiare. Con coraggio. Con orgoglio. Scegliendo con la propria testa. Senza farsi imboccare da chi crede di avere già deciso chi sarà il prossimo sindaco e magari che cosa dovrà fare, e come, e con chi. Scelgono i cittadini. Scegliamo noi. Noi abbiamo fatto tanta strada in questi mesi. In mezzo alla gente. Ascoltando i bisogni e confrontandoci. Infine, le priorità da affrontare una volta diventato Sindaco: “Chiudere i cantieri, pagare le imprese, risanare il debito e le partecipate – spiega -. Investire nei quartieri: qualità urbana, manutenzione e sicurezza. Rafforzare la comunità: famiglie, anziani, casa. Scommettere sui giovani: nuovi imprenditori, creatività responsabile e volontariato. Attenzione all’ambiente: riuso e riqualificazione della città, traffico e raccolta differenziata. Infine, ma non meno importante, dare vita ad un’amministrazione onesta, trasparente e leggera, che non alza le tariffe e abbassa le tasse”. Poi c’è il modo di fare politica dimostrato in questi mesi: “Un approccio diverso da quello offerto dagli altri – sottolinea Ghiretti -. Basato sull’ascolto e la capacità di decidere con, invece che al posto dei cittadini. Fatto di trasparenza: zero partiti, zero finanziamenti pubblici, ma tanto impegno di cittadini normali che ci mettono la faccia, l'energia e l'intelligenza e che contribuiscono in maniera trasparente. Dove c’è competenza invece dell’appartenenza: persone che non cercano poltrone o potere, che non hanno padroni, ma che sanno mettere il bene della città davanti a tutto. Da questi valori e da queste idee, Parma può ripartire. Può anzi imboccare una strada nuova che non ci riporti al punto di partenza, alla città grigia dei burocrati e dei notabili, o alla città grigia di cemento e cantieri inutili. Cosa c'è in fondo a questa strada lo sappiamo già, e non ci piace. Cambiamo strada. Un'alternativa c'è. Si chiama Parma Unita. Siamo noi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghiretti (Parma Unita): "Scegliete la nostra lista per avere onestà e competenza"

ParmaToday è in caricamento