Rossi (Parma che cambia): "Pinzuti dovrebbe vergognarsi"

"Dopo che per anni si è portato a casa uno stipendio sicuro e bonus vari per 180.000 euro all’anno (a prescindere dai risultati dell’Ente, evidentemente), mi chiedo come faccia a trovare il coraggio di contestare la liquidazione di qualche giorno di ferie"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Apprendiamo che il giudice del Lavoro Giuseppe Coscioni ha rigettato il ricorso dell'ex segretario generale del Comune di Parma Michele Pinzuti presentato dopo che il commissario Ciclosi lo aveva rimosso e dall’incarico e sostituito.
Rimangono però aperte altre questioni economiche su cui Pinzuti pare non transigere: l'ex dirigente, infatti, impugna che non gli sono state saldate le ferie e alcuni gettoni di presenza e quindi annuncia che la causa legale andrà avanti.
Pinzuti dovrebbe vergognarsi. Dopo che per anni si è portato a casa uno stipendio sicuro e bonus vari per 180.000 euro all’anno (a prescindere dai risultati dell’Ente, evidentemente), mi chiedo come faccia a trovare il coraggio di contestare la liquidazione di qualche giorno di ferie. Con un Comune senza soldi e alla faccia di tante famiglie di Parma messe in ginocchio dalla crisi economica…
Pinzuti dovrebbe cercare di contenere questa avidità insopportabile buona solo ad alimentare il disgusto dei cittadini nei confronti del ceto politico. Mi creda, con i tempi che corrono, non riuscire a farsi rimborsare le ferie è oggi l’ultimo dei problemi per tanti operai che in questi mesi stanno perdendo il posto di lavoro, artigiani, liberi professionisti e imprenditori… e forse anche per quei fornitori del Comune che non sono pagati e rischiano di fallire.
Leggiamo che Pinzuti ha appena assunto l’incarico di segretario della Provincia di Imperia e che guadagnerà ancora di più. Si accontenti. Di soldi pubblici ne ha presi e ne prenderà ancora tanti.
 
Simone Rossi
candidato per il consiglio comunale per la lista "Parma che Cambia"
I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento