menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgarbi si dimette da sindaco di Salemi: "Potrei candidarmi a Parma"

Sgarbi ha lasciato la poltrona da primo cittadino del paese in provincia di Trapani dopo che gli ispettori del Viminale hanno proposto lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose

“Meglio tornare al Nord. Forse per una candidatura a Parma", queste le parole di Vittorio Sgarbi al Corriere della Sera dopo le sue dimissioni da sindaco di Salemi. Sgarbi ha lasciato la poltrona da primo cittadino del paese in provincia di Trapani dopo che gli ispettori del Viminale hanno proposto lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. La richiesta di scioglimento è ufficializzata nella relazione dei funzionari mandati dall'ex ministro dell'Interno Roberto Maroni, in seguito all'operazione su appalti e nomine nella sanità culminata con il sequestro di beni per 35 milioni riconducibile all'ex deputato regionale democristiano Giuseppe Giammarinaro, noto per aver sostenuto la candidatura di Sgarbi a Salemi.

"Non mi sono mai accorto in tutti questi anni di infiltrazioni mafiose nel Comune di Salemi e non sono verificate in alcun atto. Non sono mai stato condizionato nella mia attività. Ho sbagliato a candidarmi a sindaco e adesso me ne vado sollevato" il commento di Sgarbi all'Adnkronos subito dopo l'annuncio di dimissioni. E ora? Potrebbe davvero candidarsi per la poltrona di sindaco di Parma?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento