Rossi (Parma che cambia): "Sala prove per le band di Parma"

Nota del candidato consigliere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Le istituzioni parlando tanto di favorire la creatività giovanile ma poi in concreto fanno poco o nulla. Certamente le giovani band musicali sono un’espressione artistica e culturale da supportare per quanto è nelle possibilità del Comune. Oggi il problema principale di questi gruppi è quello che non sanno dove fare le prove, oltre che dove esibirsi. Le band si trovano pertanto costrette a provare utilizzare dei garage (per chi li ha) oppure soluzioni improvvisate, costose o disincentivanti. Se sarò eletto consigliere proporrò all’Amministrazione comunale che alcuni edifici esistenti vengano riqualificati dal Comune e convertiti in tante stanze da destinare a sala prove per le band cittadine. Si tratterebbe di uno spazio messo a disposizioni in modo permanente ai giovani musicisti in cambio del pagamento di un affitto stimabile in 100 euro al mese. Questa soluzione sarebbe molto comoda perché permetterebbe al contempo alle band di lasciare in deposito i propri strumenti senza così doverli sempre spostare da una parte all’altra con non poche difficoltà.
I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento