Wally Bonvicini su Parma Gestione Entrate

Finalmente! Era da tempo che i cittadini e tutte le associazioni di consumatori aspettavano comunicati come quello del Commissari Ciclosi. Parma Gestione Entrate non serve ed il compenso del 17% è estremamente gravoso!

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Finalmente! Era da tempo che i cittadini e tutte le associazioni di consumatori aspettavano comunicati come quello del Commissari Ciclosi. Parma Gestione Entrate non serve ed il compenso del 17% è estremamente gravoso! La sottoscritta aggiunge che è un compenso usurario come lo è quello di Equitalia.

In qualità di presidente di Federitalia, associazione che tutela i cittadini e non chiede alcun compenso, ho chiesto alla Corte dei Conti di valutare seriamente la possibilità di eliminare Equitalia S.p.A. di proprietà dell’Agenzia delle Entrate e di INPS. Che motivo hanno di percepire stipendi faraonici i signori Moro o Befera (rispettivamente direttore Equitalia Emilia Romagna e direttore Agenzia delle Entrate) se si limitano ad incassare i tributi che l’Agenzia delle Entrate richiede? Visto che le cartelle esattoriali arrivano a mezzo posta, perché non le può inviare l’Agenzia o l’INPS stessa portando così un risparmio per i cittadini così rilevante da mutare la situazione economica di ogni famiglia? Equitalia riceve il 9% dal cittadino in difficoltà mentre chi paga nei termini paga l’1%. E ci riferiamo solo al compenso di Equitalia perché poi ci sono interessi su interessi, illegali. In sintesi il cittadino paga:

- il 4% annuo all’ente impositore (Agenzia Entrate, INPS)

- il 6, 8358% annuo quale interessi di mora da versare all’ente impositore; 

- lo 0,615% da corrispondere all’’agente della riscossione, cioè il 9% sugli interessi di mora.

Per un totale di interessi pari a 11,4508% annuo a cui si deve aggiungere il 30% di sanzione amministrativa fissa e il 9% di aggio o compenso da corrispondere a Equitalia arrivando così al totale del 50,4508%! È vero che non è corretto sommare cifre non omogenee, però è anche vero che il contribuente le deve pagare… Una società per azioni che si occupa solo di incassare e laddove non riesca, l’Agenzia provvede al risarcimento genera un drenaggio di denaro spaventoso che viene sottratto a tutta la cittadinanza. Equitalia non ha ragione d’esistere! Una S.p.A. dello Stato che applica interessi usurari mentre ci sono ancora pubblici ministeri che sostengono che Equitalia non può praticare l’usura? Allora diteci come la vogliamo chiamare così lo raccontiamo ai cittadini!

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento