Ziveri (Udc): "Combattere abusivismo e concorrenza sleale"

“Lʼabusivismo si fonda come tutte le altre attività sul binomio domanda/offerta: ritengo doveroso puntualizzare quello che secondo me incrementa questo meccanismo che tende a strozzare le imprese che agiscono nella legalità e mette a repentaglio la salute di chi vi ricorre”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Lʼabusivismo si fonda come tutte le altre attività sul binomio domanda/offerta: ritengo doveroso puntualizzare quello che secondo me incrementa
questo meccanismo che tende a strozzare le imprese che agiscono nella legalità e mette a repentaglio la salute di chi vi ricorre”. Così Michele Ziveri,
candidato consigliere nelle fila dellʼUdc, interviene sul tema.

“La domanda del sottocosto nasce più forte quando i bilanci famigliari impongono tagli drastici, benchè personalmente penso sia più utile
unʼeducazione al sacrificio, che non vuol dire rinuncia, ma scelta ponderata: la ricerca di un prodotto/servizio di qualità che possa durare nel tempo con conseguente sostegno dellʼartigianato di servizio e delle botteghe tradizionali. Lʼabusivismo coglie lʼattimo, spreme lʼeconomia in maniera selvaggia, non contribuisce al gettito pubblico e destabilizza il mercato proprio perchè non dovendo affrontare spese fisse e pressione fiscale, si può permettere di lavorare sottocosto”.

“Il Comune - continua Ziveri - è deputato alla tutela della legalità e su questo fronte può mettere in campo unʼazione coordinata tra il settore delle attività produttive e quello della vigilanza. Il Comune può anche agire sugli utenti che si rivolgono al mercato abusivo su due fronti:
- mediante unʼopera di sensibilizzazione (campagna informativa) sui rischi e sui danni arrecati alla salute dellʼindividuo da operatori non qualificati che utilizzano prodotti ad elevato rischio tossico;
- attraverso la creazione di una ʻpiazza virtualeʼ, un ʻforoʼ allʼinterno del quale possano ʻincontrarsiʼ le aziende e il cittadino, lʼuno con le proprie esigenze e lʼaltro con le proprie offerte”.

“Sono convinto infatti - conclude Ziveri - che, nonostante le aziende attraversino un momento economico molto pesante, siano ancora in grado di
offrire al cittadino un prodotto/servizio professionale e qualificato a costi ragionevolmente proporzionati e mantenere così vivo il mondo imprenditoriale nella tutela del mercato e dellʼutente stesso, salvaguardando il prodotto interno lordo della città”.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento