Zorandi (Lega Nord): "La famiglia al centro di tutto"

“Abbiamo messo la famiglia tra le priorità della nostra azione programmatica - questo il concetto ribadito in entrambi le occasioni dal candidato - in quanto la riteniamo un valore e una risorsa per la comunità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Prosegue senza sosta il tour elettorale di Andrea Zorandi. La giornata odierna del candidato sindaco della Lega Nord ha visto un doppio appuntamento dedicato al tema della famiglia, con l'esponente dl Carroccio che è intervenuto prima a un incontro organizzato dalla Famija Pramzana quindi a un dibattito dell'Associazione famiglie numerose.

 “Abbiamo messo la famiglia tra le priorità della nostra azione programmatica - questo il concetto ribadito in entrambi le occasioni dal candidato - in quanto la riteniamo un valore e una risorsa per la comunità, un punto fermo, uno dei pochi nella vita e per la società. Le nostre radici e il nostro futuro sono nella famiglia e proprio per questo l’abbiamo riportata al centro di ogni proposta per un concreto sviluppo sia culturale che economico. Vogliamo creare lavoro per migliorare le condizioni economiche delle famiglie - prosegue Zorandi - vogliamo ridurre i costi di gestione della famiglia e vogliamo rivedere i criteri di assegnazione degli alloggi, eliminando le disparità che si sono create tra italiani e immigrati soprattutto nelle condizioni di accesso alla sanità e ai servizi gratuiti come asili e mense”.

Il candidato va oltre: “Intendiamo introdurre una politica di social housing reale, rivolta soprattutto alle giovani coppie e puntiamo a favorire e creare quelle condizioni di sicurezza che permettano alle famiglie ma anche ai ai giovani e agli anziani di vivere il proprio quartiere, la propria città”. E ancora: “Sarà fondamentale superare l'assistenzialismo fine a sé stesso, tornare a puntare sul Quoziente Parma, le reti di prossimità,  servizi per l’infanzia e pensare a nuovi punti di aggregazione oltre che remunerare nuovi servizi indispensabili per la comunità, quali quelli legati al supporto sanitario, sociale, scolastico, assistenziale e integrativo per le famiglie. Ecco perchè Case della salute, nidi, case -famiglia, doposcuola, centri diurni, centri di sollievo assistenziale, poli multifunzionali, riqualificazione dei quartieri con individuazione di spazi per l’espressione artistica, culturale, ludica dei giovani, ma anche delle famiglie saranno in cima alla nostra agenda”.

Zorandi chiude quindi indicando un ultimo obiettivo: “Vogliamo introdurre nuovi parametri fra cui l’incentivazione ai servizi di volontariato e lo sconto in tariffa sui rifiuti differenziati che vadano ad alleggerire la pressione fiscale sulle tasche dei cittadini soprattutto per quelli meno facoltosi. Samo favorevoli inoltre all’adozione del marchio “Amico della famiglia” e proponiamo interventi reali  quali nidi aziendali, balie certificate, assistenza allo studio e incentivi per quelle aziende ed esercizi che si certificheranno in tal senso”.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento