Lega, Zorandi in visita a Verona da Tosi. E al Farnese, nuovo no deciso all'inceneritore

La Lega Nord di Parma studia da vicino il modello-Verona. Il candidato sindaco del Carroccio, Adrea Zorandi, ha fatto visita al collega scaligero, Flavio Tosi, anch'egli alle prese con gli ultimi giorni di campagna elettorale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

La Lega Nord di Parma studia da vicino il modello-Verona. Il candidato sindaco del Carroccio, Adrea Zorandi, ha fatto visita al collega scaligero, Flavio Tosi, anch'egli alle prese con gli ultimi giorni di campagna elettorale.

Un incontro amichevole e assolutamente informale avvenuto non a caso nella suggestiva cornice della centralissima piazza Bra, di fronte all'Arena e nel corso del quale i due si sono scambiati privatamente impressioni e opinioni: Tosi, in particolare, ha voluto sapere nel dettaglio la situazione del movimento nel capoluogo ducale in vista della tornata amministrativa di domenica e lunedì e augurato in bocca al lupo a Zorandi, auspicando che “anche nella città emiliana si possa replicare quanto accade in Veneto, dove avere primi cittadini leghisti è una consuetudine da tempo”.

Il candidato sindaco di Parma, che al rientro ha incontrato l'onorevole Emanuele Munerato, veneta, membro della commissione Lavoro, ha presenziato anche a uno degli ultimi confronti pubblici all'hotel Farnese, dove ha ribadito le idee del Carroccio in materia di sicurezza - priorità da sempre dell'agenda politica del partito - e inceneritore, nel cui caso “il no è secco e su tutta la linea, sia per evitare il monopolio di Iren, sia per il rischio di rincari nella bollette energetiche dei parmigiani”.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento