Viabilità, la Lega disegna la città di domani: “No ai varchi, sì a più bus ecologici e piste ciclabili”

Il candidato sindaco Andrea Zorandi: “L’obiettivo principale della nostra proposta é ridurre l’inquinamento veicolare facilitando e incrementando il flusso delle persone da e verso la città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Viabilità e trasporti tematiche legate a doppio filo ma soprattutto priorità dell'agenda elettorale della Lega Nord. Il candidato sindaco Andrea Zorandi: “L’obiettivo principale della nostra proposta é ridurre l’inquinamento veicolare facilitando e incrementando il flusso delle persone da e verso la città con lo scopo conseguente di migliorare la qualità della vita dei residenti e dei visitatori, rilanciando contemporaneamente l’economia cittadina. In questo ragionamento - prosegue - un ruolo di primaria importanza sarà ricoperto dall’azienda pubblica, la TEP”.
La proposta del Carroccio è quella di “ridisegnare i tragitti del trasporto urbano a cerchi concentrici con intersezioni a raggiera, sul modello del timone di un veliero, con transito pressoché continuo dei mezzi che dovranno diventare in breve tempo esclusivamente ecologici. Contemporaneamente verrà incentivata la riduzione del traffico veicolare privato rivedendo il piano sosta, prevedendo il potenziamento e la funzionalità dei vari parcheggi primi fra tutti gli scambiatori per i quali la tariffa oraria dovrà essere inversamente proporzionale alla distanza dal centro, e ridistribuendo e regolamentando gli stalli di sosta”.
No all'attuale ZTL e stop ai varchi come ulteriore strumento per monetizzare, dunque: “E' nostra ferma volontà fornire ai cittadini tutti i mezzi necessari per raggiungere agevolmente la città e chi utilizzerà l’auto nel rispetto delle regole non dovrà essere discriminato o vessato. Non vogliamo più fare cassa con le contravvenzioni. Quanto alla viabilità nelle frazioni avrà la medesima attenzione di quella del centro e n particolare anche qui si dovranno prevedere le piste ciclabili per il collegamento con la città”.
 

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento