menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ettore Manno: "Al centro l'amore per i cittadini: focus su lavoro e partecipazione"

Sono state presentate, la mattina del 20 maggio, la lista del Pci e quella di Rifondazione Comunista che sostengono il consigliere comunale come candidato alla poltrona di primo cittadino: "Chi è che finanzia i candidati? I miei sono tutti qui, come fanno gli altri ad avere i fondi per la campagna elettorale"

Il candidati sindaco del Pci, sostenuto anche da una lista di Rifondazione Comunista ha presentato la mattina di sabato 20 maggio le due liste in suo sostegno ed il programma all'interno del Modulo Eco in piazzale della Pace. 

In queste elezioni vogliamo dare rappresentanza al lavoro come punto fondamentale di una strategia di governo della città. Dobbiamo passare dalla base della rappresentazione birraiola delle varie feste in giro ad una dove le persone  si possano incontrare e possono parlare di un disagio. Parma è diversa oggi rispetto a quando i valori della tenuta sociale erano forti. Vogliamo ritornare e recuperare i valori, quelli che sono stati forti. Mi riferisco alle Amministrazioni dei sindaci comunisti: c'erano gli anziani assistiti così come i bambini. Noi vogliamo ritornare ad uno stato sociale, dove i bambini andavano in colonia. Prima di arrivare l'assistente sociale deve arrivare la parola della gente. Noi non possiamo vivere in una città che non parla, dove i valori sono diventati la tristezza. C'è un aumento degli accessi ai servizi psichiatrici pubblici, una crisi economica che ha distrutto e smembrato le famiglie. Abbiamo messo nelle liste quelli che riteniamo i valori importanti delle persone. Chi è che finanzia i candidati? I miei sono tutti qui, come fanno gli altri ad avere i fondi per la campagna elettorale. Sarò sempre  grato a Rifondazione per aver scelto di affrontare un progetto insieme, lasciando stare le differenze. Dobbiamo  tornare davanti alle fabbriche dove si produce la ricchezza. Nelle liste abbiamo persone che hanno testimoniato  l'attenzione ai diritti sociali, persone che invece che ritirarsi hanno scelto di impegnarsi. Ci impegniamo, ascoltiamo: cittadini, comunicateci quali sono i problemi. Dobbiamo fare attenzione anche alle periferie: dove le persone creano socialità l'insicurezza viene meno. Vogliamo una scrupolosa osservanza delle leggi. Dobbiamo interpretare la politica non come una delega in bianco, ma come una cosa che dobbiamo fare insieme. In questi giorni ho espresso fiducia ed affetto, non solo ai nostri candidati, ma anche verso i cittadini, verso i bisogni, verso il futuro per fare uscire questa città dalla nebbia e dall'incapacità di dialogo che questa Amministrazione ha prodotto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

  • Cronaca

    Ristoranti: ecco tutte le regole per la riapertura

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento