menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali: per Demopolis Bonaccini avanti di 2 punti, ma gli indecisi sono ancora molti

Sondaggio sulle testate Citynews dell'Emilia-Romagna: a circa un mese dal voto sfida aperta per la conquista della Regione: un quarto degli elettori non ha ancora compiuto una scelta. Sanità promossa, male la sicurezza

È un consenso ancora molto fluido ed incerto quello che emerge dal sondaggio sul voto per le Elezioni Regionali in Emilia-Romagna condotto dall’Istituto Demopolis per le testate emiliano romagnole del Gruppo editoriale Citynews tra cui anche ParmaToday: tra gli elettori che immaginano di recarsi alle urne il 26 gennaio, circa un quarto è ancora del tutto indeciso sulla scelta da compiere.  «A circa un mese dalle elezioni – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – la sfida per la conquista della Regione Emilia Romagna resta decisamente aperta».

Se si votasse oggi, il candidato del PD e del centrosinistra Stefano Bonaccini, con il 46%, avrebbe un lieve vantaggio su Lucia Borgonzoni, candidata della Lega e del centrodestra, attestata al 44%. A Bonaccini è attribuita oggi una forbice tra il 43% ed il 49%, mentre la Borgonzoni oscilla tra il 42% ed il 48%. 

Partita molto incerta, dunque, con Simone Benini del Movimento 5 Stelle staccato al 7% (5%-9%), fortemente penalizzato dal ritardo della candidatura rispetto ai due principali competitor. Intorno al 2-4 per cento gli altri candidati di sinistra. L’incertezza è incrementata anche dal fattore coalizioni: secondo i dati odierni dell’Istituto Demopolis, le liste di Centro Destra sembrano oggi prevalere di misura su quelle di Centro Sinistra (45%-44%), con il governatore uscente Bonaccini che invece prevarrebbe su Borgonzoni grazie al voto personale o disgiunto. 

La maggioranza dei cittadini, il 52%, esprime un giudizio complessivamente positivo sull’operato del Governo Regionale uscente. E il 67%, i due terzi degli elettori intervistati dall’Istituto Demopolis per Citynews, promuove la qualità dei servizi pubblici in Emilia Romagna: valori nettamente superiori a quelli registrati in media a livello nazionale. Con valutazioni molto positive soprattutto su sanità, formazione e occupazione. Bocciata invece dal 52% è la sicurezza nelle città. 

«Quella scattata oggi – sottolinea Pietro Vento – rappresenta una fotografia destinata a mutare nelle ultime quattro decisive settimane di campagna elettorale. Gli umori e la motivazione al voto dei cittadini, così come la conquista degli indecisi e dei potenziali astensionisti, potranno incidere in modo determinante sull’esito del voto del 26 gennaio in Emilia-Romagna».

Nota informativa

Il sondaggio è stata condotto dall’Istituto Demopolis, dal 18 al 22 dicembre 2019 con metodologia cawi-cati, per il gruppo editoriale Citynews, su un campione stratificato di 4.008 cittadini maggiorenni residenti in Emilia Romagna. Coordinamento dell’indagine a cura del direttore di Demopolis Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Supervisione della rilevazione demoscopica con metodologia cawi-cati di Marco E. Tabacchi. Una parte della rilevazione cawi è stata effettuata online tra i lettori delle testate Today presenti nella Regione. Al campione di rispondenti è stata applicata una ponderazione sulle variabili di quota in relazione al genere, alla fascia di età ed all’area di residenza. Approfondimenti su www.demopolis.it

sondaggio-3

DUE-3

TRE-2

QUATTRO-2 CINQUE-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

E' morto Rocco Caccavari: il ricordo di Lenz Fondazione

Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: un morto e 54 nuovi casi

  • Sport

    Giallo Man, trattativa bloccata: Krause si indigna perché...

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento