Salsomaggiore, Scelta Unica: "Quote tricolori per le case popolari"

"Siamo stranieri nelle nostre terre, la nostra azione sarà rivolta per ridare dignità a chi un momento di difficoltà non si devono sentire in una posizione svantaggiata nell'accesso ai servizi di sostentamento"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Fratelli d'Italia a sostegno dalla lista "Civica SCELTA UNICA" lancia le "quote tricolori" per l'assegnazione degli alloggi popolari e per l'erogazione dei servizi sociali. Di fronte ai rincari tariffari, le stangate fiscali, il caro-affitti e i tagli all'assistenza, il welfare di Salsomaggiore terme non può permettersi di discriminare i salsesi che si trovano scavalcati in graduatoria da extracomunitari.

"Per questo promuoverò l'istituzione di "Quote Tricolori" proporzionali al rapporto tra cittadini italiani e stranieri comunitari/extracomunitari residenti nella città di Salsomaggiore e tabiano per impedire ulteriori danni ai cittadini termali, per l'assegnazione di alloggi popolari e per l'erogazione dei servizi. È ora che i cittadini non si sentano più stranieri nella loro città. Con le quote tricolore i salsesi italiani saranno difesi dalle consuete discriminazioni che li vedono spesso scavalcare dagli stranieri nelle graduatorie per le case popolari, per gli asili e l'assistenza sociale. Se sarò eletto inasprirò i controlli, per vedere se sussistono davvero i criteri per l'assegnazione di case e servizi. La nostra proposta sarà quella di definire una quota proporzionale tra italiani e stranieri, in modo che nessuno sia discriminato. Nel rispetto della legge regionale attualmente in vigore nei primi 100 giorni individuerò un numero definito di alloggi da assegnare, ad esempio, a: persone che non posso avere un miglioramento del reddito garantito, come i pensionati; genitori con figli a carico; portatori di handicap".

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento