Elezioni Politiche 2013

Casa Pound, striscioni contro Equitalia e la 'svendita' di Parmalat

Il gruppo, candidato alle prossime elezioni politiche, la scorsa notte ha appeso a Parma e provincia striscioni che riportano la scritta 'Falli piangere, vota CasaPound'

Dal caso Parmalat a Equitalia, passando per la classe politica: CasaPound Italia la scorsa notte ha appeso a Parma e provincia striscioni che riportano la scritta 'Falli piangere, vota CasaPound'. "Da Langhirano a Soragna passando per Collecchio, Traversetolo, la Bassa parmense e, ovviamente, la città - spiega Pier Paolo Mora, responsabile provinciale di CasaPound Italia - abbiamo voluto ricordare qual è l'unico voto utile in queste elezioni politiche. I cittadini stanno assistendo a una campagna elettorale indecorosa, in cui i maggiori partiti fanno finta di litigare quando in realtà governano insieme da anni, spartendosi potere e soldi pubblici, come del resto dimostrano le numerose inchieste di questi mesi".


Ma abbiamo anche voluto ricordare a cosa porta una politica fatta solo per il profitto e completamente distratta rispetto ai bisogni e alle istanze dei cittadini. Per questo abbiamo dedicato degli striscioni anche a Parmalat e a Equitalia, di fronte alle cui sedi abbiano affisso gli slogan 'Parmalat svenduta ai francesi, vota CasaPound' e 'Equitalia usura legalizzata, vota CasaPound'". "Riteniamo che assieme al caso Mps questi due esempi rappresentino in modo emblematico la malafede nella gestione dello Stato da parte dell'attuale classe politica. E c'é un solo modo - conclude Mora - per porre fine a tutto questo: farli piangere, votando CasaPound Italia alle prossime politiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Pound, striscioni contro Equitalia e la 'svendita' di Parmalat

ParmaToday è in caricamento