Romanini, lasciato in panchina da Bersani: "Non riuscirò ad entrare"

Le interviste di ParmaToday. "Serviva una rappresentanza dei renziani -afferma l'assessore provinciale alle Politiche Scolastiche- è stato deciso dal nazionale. In questa posizione non sarebbe sufficiente neanche il premio di maggioranza"

Con le parlamentarie il Pd delega agli elettori la scelta dei candidati. Ma non tutti. Alcune persone sono scelte dal segretario nazionale. Entrano in lista senza il voto, senza le firme. E sulla loro presenza non si discute. Sono il 10% dei 'prescelti' alla corsa al Parlamento. A volte scavalcano chi è stato votato dagli elettori. E' quello che è successo a Giuseppe Romanini che nell'intervista rilasciata a ParmaToday si dice soddisfatto del risultato ottenuto alle parlamentarie: “Nonostante fossero state organizzate una settimana prima delle festività e con una comunicazione sincopata ho ottenuto un numero di voti molto vicino a Pagliari. Di fronte a una legge che non permette più di scegliere i propri candidati, pena l'annullamento del voto, l'elezione diretta dei propri rappresentanti è molto importante”.

In realtà il posto di Romanini verrà preso dalla candidata Iori di Reggio Emilia, scelta direttamente dal boss. Romanini è infatti al 29esimo posto in lista per la Camera.Serviva una rappresentanza dei renziani, è stato deciso dal nazionale. In questa posizione non credo riuscirò ad entrare neanche con il premio di maggioranza,  – afferma l'assessore alle Politiche Scolastiche della Provincia – non sarebbe sufficiente. Non sono in una posizione facilmente eleggibile, ma mi sto spendendo in campagna elettorale come se lo fossi. Dopo gli arresti di Vignali & Co. Spero che i cittadini sappiano cogliere la differenza tra chi lavora con responsabilità e chi no”. 

Bersani, inceneritore e ambiente. “Lo sviluppo sostenibile è al centro della politica del PD” dichiara Romanini. Ma allora perchè si incentiva l'uso dei termovalorizzatori? “E' una tecnologia considerata ancora all'avanguardia. Una responsabilità, - sottolinea - quella di promuovere l'incenerimento, che il Pd si impegna coraggiosamente ad assumere nei territori. Sì abbiamo raggiunto risultati stupefacenti con la raccolta differenziata, però la risposta non può essere portare i rifiuti residui a bruciare in altre città. Non si sfugge ai problemi. Noi abbiamo un programma coerente”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bannone, pauroso frontale tra auto e furgone: tre feriti gravi

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento