Mauro Libè, verso il Senato con Monti. “Buon padre di famiglia"

L'onorevole Libè in lizza alle prossime elezioni al fianco di Monti: "Agevolazioni fiscali per chi assume dipendenti". "Perchè con Monti? E' come un buon padre di famiglia che dice ai figli di tirar la cinghia"

Scelta Civica – Con Monti per l'Italia. Seconda posizione per il Senato. Un'elezione certa. Mauro Libè con l'ex premier per affrontare la prossima tornata elettorale. Mentre cresce il dissenso per le politiche del Governo tecnico e i partiti ne prendono le distanze, i democristiani si affacciano al Parlamento al fianco di Mario Monti. “E' una campagna elettorale anomala, – afferma l'onorevole Libè – Monti ha cambiato i giochi. PD e PDL lo hanno sostenuto fino all'altro ieri. Votavano a favore di tutti i provvedimenti, ora si schierano con i partiti dichiaratamente 'antimontisti' come Lega Nord e SEL”.

L'agenda di Monti non sarà la più amata dagli italiani, – spiega – ma se non si porta a termine tutti i sacrifici sono stati fatti inutilmente. E' stata scelta una formula di rigore per salvare il Paese, ma era l'unica soluzione per mettere in salvo i bilanci. Ora si può cambiare registro e ripartire dallo sviluppo. Come? Innanzitutto rendendo più equa la tassazione. Poi incentivando il lavoro con sgravi fiscali per le aziende che assumono nuovi dipendenti. Non è solo una questione morale, ma anche economica. Bisogna risolvere i problemi dei ceti sociali più deboli per far ripartire il mercato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine la questione energetica. “Per essere competitivi, – dichiara Libè - è necessario fornire energia a prezzi più bassi. Questo comporta scelte impopolari, come la costruzione di nuovi inceneritori. Ma se poniamo la salute e la sicurezza come priorità e rispettiamo le regole, non dobbiamo temere queste scelte”. “Mario Monti, – spiega - è come un buon padre di famiglia che chiede ai propri figli di stringere la cinghia. Dobbiamo ripensare il sistema delle spese”. Applicando la patrimoniale? “Assolutamente no. L'IMU è già una patrimoniale. Sicuramente è da rivedere. Monti l'ha usata solo per dare ossigeno alle casse dello Stato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Parma in controtendenza: pronto soccorso e terapie intensive non sono in emergenza

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento